Archivio

Comare & co.

Albano e Romina: la glaciazione dopo Big Snow

di Comare & co.

11 febbraio 2015, 12:57

Quando Albano ha fatto per sdraiarsi sul palco e poi ha preso a fare flessioni (con tanto di bacio finale al pavimento), in molti di noi hanno distolto lo sguardo per l’imbarazzo. Lo stesso fastidio, nel giro di pochissimi minuti, forse secondi, avrebbe travolto il pubblico di fronte al palpabile gelo che regnava tra la coppia protagonista della più grande reunion nella storia dell’Ariston. Albano e Romina si detestano e ieri, nella puntata d’avvio della 65esima edizione della kermesse, è stato evidente a tutti. Ma allora perché piegarsi al penoso esercizio di cantare nuovamente “Felicità” insieme? La risposta non tarda a palesarsi e si compone di molti zeri. Ci sta. Ma la vera domanda è: perché noi telespettatori del Festival della Canzone Italiana accettiamo che ci venga rifilata questa roba? Non solo, trepidiamo nell’attesa di vederli. Eppure i loro rapporti da glaciazione ce li potevamo anche immaginare: forse speravamo in una lite da manuale? Ebbene, siamo rimasti delusi, si sono solo punzecchiati per tutto il tempo, con affilatissime stilettate del tipo “lei mi ha fatto cantare tanto in tribunale”. Poi il bacio invocato dal presentatore, l’algerino Carlo Conti: i due tergiversano 5 minuti prima di darselo, forse perché avevano paura di rimanere incollati, date le temperature. Quando alla fine Albano e Romina intonano nuovamente il loro cavallo di battaglia, con lui che vocalizza e lei che si lascia andare a piroette molto pericolose, Albano si avvicina alla ex consorte e le mette dietro il capo la targa-disco che le due vallette avevano appena consegnato loro, simulando un’aureola che in realtà ha il sapore delle corna nella foto di classe della prima media. “Come va? Come va? Tutto ok? Tutto ok?".
Insomma, tutti noi che abbiamo dedicato qualche ora della nostra vita a guardare il Festival, ingolositi dalla curiosità di rivedere questi due pezzi di storia della canzone italiana di nuovo insieme dopo 24 anni, alla fine ci siamo chiesti perché. La risposta l’ha data una compagna del gruppo di ascolto di comare a cui abbiamo partecipato, citando Stefano Accorsi in Santa Maradona. “Il problema non è leggere Novella 2000. Il problema è leggere solo Novella 2000”. Quindi ben venga la città dei fiori. Tutto fa scuola. Tutto fa brodo.

Il blog di Doctor Web - I flop storici del Festival di Sanremo: la top5

Le foto della prima serata del Festival di Sanremo