Archivio

GROSSETO

Concordia: processo verso la sentenza. La difesa: "Schettino perseguitato"

11 febbraio 2015, 12:30

Concordia: processo verso la sentenza. La difesa:

(ANSA) - GROSSETO, 11 FEB - E' ripreso al tribunale di Grosseto il processo sul naufragio della Costa Concordia di cui a breve è prevista la sentenza. L'udienza è cominciata con la conclusione della replica di Costa Crociere, interrotta ieri a causa di un malessere all'avvocato Marco De Luca. Lo stesso legale, portato in ospedale per accertamenti, oggi è tornato in aula. Presente in aula Francesco Schettino. I suoi avvocati chiuderanno la fase delle repliche, poi i giudici si ritireranno in camera di consiglio.

LA DIFESA: "SCHETTINO PERSEGUITATO". «La peggiore vittima di questa vicenda è quel signore che io difendo, Francesco Schettino, a cui si vuole infliggere un pena che sembra un ergastolo, perché questo è stato praticamente chiesto per quest’uomo». Lo ha detto il difensore di Schettino, avvocato Domenico Pepe, concludendo le repliche della difesa. «E' possibile che non ci si renda conto che costui in questi tre anni ha subito di tutto, ha sofferto come nessun altro mortale». «E' stato mortificato, dileggiato, offeso, ingiuriato in udienza, perseguitato dalla stampa e dalle forze dell’ordine».