Archivio

NEW YORK

Isis: Pentagono, Kayla uccisa da jihadisti

Per portavoce "non ci sono dubbi", non è morta in raid giordano

11 febbraio 2015, 01:54

(ANSA) - NEW YORK, 11 FEB - Per il Pentagono, "non ci sono dubbi": la morte della giovane cooperante americana Kayla Mueller e' stata causata dall'Isis, e non da un raid dei caccia giordani come sostenuto dagli stessi jihadisti. Lo ha detto il portavoce del Dipartimento della Difesa, ammiraglio John Kirby, pur ammettendo che non sono ancora chiare le circostanze di questo tragico epilogo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA