Archivio

calcio

Parma: Leonardi si è dimesso dal cda

13 febbraio 2015, 15:41

In attesa degli stipendi (unica cosa che ora conta concretamente), la vicenda Parma calcio va avanti a... parole.

Oggi alle 15 quelle di Leonardi  (trasmesse in diretta da Radio Parma). L’ultima volta che il Dg parlò alla stampa risaliva al 19 dicembre, quando si presentò al fianco dell’allora neopresidente Fabio Giordano, portavoce di Rezart Taci, che l’altro giorno ha venduto. A Collecchio, nonostante non siano segnalati tifosi nè contestatori, è stato approntato un rigido cordone di polizia e carabinieri, oltre a diversi agenti della Digos. Caso eccezionale per Parma.

Intanto c'è chi parla di un buco di quasi 200 milioni...

LA CONFERENZA STAMPA E LE DIMISSIONI DI LEONARDI - Leonardi esordisce direttamente con la notizia: ha rassegnato le dimissioni dal cda. Resterà invece a disposizione della nuova proprietà come dg, finchè avranno bisogno di lui.

Le parole di Leonardi:

- Non c'entra la politica dei tanti giocatori, che ha portato qui gente come Sansone e Paletta...

- Ho sentito gente che mette in dubbio la regolarità del campionato. Non esiste: la nostra professionalità non è in discussione

- Non sono io che ho comprato a prezzi elevati gente come Cristiano Lucarelli o Vantaggiato. E quando li abbiamo rivenduti non abbiamo fatto certo delle plusvalenze....

- Io ho comprato i Giovinco, i Parolo, i Belfodil: tutti venduti con plusvalenze. Ovviamente non ho gestito queste cose da solo

- Non so quanto durerà il mio futuro al Parma. Credo poco

- Il sindaco ha avuto cattivi consiglieri. In momenti come questi occorre stringersi tutti per cercare di salvare la società

- Mi chiedete se mi sento abbandonato da Ghirardi? Io non ho mollato

- Ne ho sentire tante sui miei riguardi: anche da gente che mi doveva essere vicina...

- Non sto in un posto dove mi sono visto traditori a fianco