Archivio

Nuova Zelanda

Duecento balene spiaggiate, grandi sforzi per il salvataggio

14 febbraio 2015, 10:21

Duecento balene spiaggiate, grandi sforzi per il salvataggio

Quasi 200 balene globicefale, o balene pilota, si sono arenate oggi su una spiaggia presso Nelson, nell’Isola del Sud della Nuova Zelanda. E 24 erano già morte al calar della sera, nonostante gli sforzi di circa 80 operatori ambientali e volontari, che hanno cercato di riportare in galleggiamento i cetacei col sopraggiungere dell’alta marea.
I cetacei si sono arenati nella località detta Farewell Spit, nota per i frequenti spiaggiamenti di balene. Dato il gran numero di animali spiaggiati, ci vorranno giorni di duro lavoro per tentare i di riportarli in acqua e spingerli verso il largo, ha detto Andrew Lamason del Department of Conservation, secondo cui da domani per le operazioni di salvataggio ci vorranno fino a 500 ranger e volontari.
Gli spiaggiamenti sono comuni durante l’estate neozelandese, ma le cause rimangono un mistero. Gli esperti tuttavia descrivono Farewell Spit come una trappola per balene, data la maniera in cui le acque basse disorientano i cetacei e ne diminuiscono la capacità di navigare.