Archivio

Sport Invernali

Nani illude, Ligety spaziale

Con un'incredibile rimonta l'idolo di casa vince il suo terzo oro iridato in gigante.

14 febbraio 2015, 01:20

Nani illude, Ligety spaziale
E sono tre. Ted Ligety mantiene saldo il suo ruolo di leader nel gigante maschile vincendo sulla pista di Beaver Creek il terzo titolo mondiale consecutivo dopo quelli di Garmisch 2011 e Schladming 2013 con una fantasmagorica seconda manche in cui ha spazzato la concorrenza che nella manche del mattino sembrava averlo messo in difficoltà. Quinto a metà gara, il campione olimpico in carica della specialità ha disputato una seconda manche da leggenda, in cui si è messo alle spalle il leader provvisorio Marcel Hirscher (argento dopo i due ori in supercombinata e team event) con un distacco di 45 centesimi, mentre il bronzo è andato al collo di Alexis Pinturault a 88 centesimi.
 
L'Italia rimane senza medaglie di fronte a tali supercampioni ma disputa la migliore gara della rassegna iridata grazie alle grandi prestazioni di Roberto Nani e Florian Eisath. Il livignasco si piazza addirittura al secondo posto nella manche d'apertura con una grande numero che gli permette di rimanere in pista a metà percorso, nella seconda non trova la stessa fluidità di azione ma conclude con un ottimo sesto posto che lo conferma nelle zone alte della specialità. Stupisce positivamente anche Florian Eisath. Il trentunenne finanziere, esordiente assoluto a 31 anni in un Mondiale, era diciottesimo a metà gara ma nella seconda ha compiuto un recupero incredibile che lo ha portato fino all'ottavo posto con un recupero di dieci posizioni e il secondo rilievo cronometrico del pomeriggio americano. Conclude a ridosso della top-15 Davide Simoncelli, diciassettesimo, mentre Giovanni Borsotti è ventiquattresimo. Sabato 14 febbraio ultima gara del programma femminile con lo slalom femminile che vede al via Chiara Costazza, Federica Brignone e Manuela Moelgg.          
 
Ordine d'arrivo GS maschile Mondiali Beaver Creek (Usa):
1 LIGETY Ted     USA     +0.24     5     1:18.74     1     2:34.16     
2 HIRSCHER Marcel     AUT     1:15.18     1     +0.69     3     2:34.61     +0.45
3 PINTURAULT Alexis FRA     +0.23     3     +0.89     4     2:35.04     +0.88
4 NEUREUTHER Felix     GER     +0.23     3     +1.11     9     2:35.26     +1.10
5 OLSSON Matts     SWE     +0.48     6     +0.99     6     2:35.39     +1.23
6 NANI Roberto     ITA     +0.18     2     +1.47     11     2:35.57     +1.41
7 MUFFAT-JEANDET Victor     FRA     +0.82     10     +0.97     5     2:35.71     +1.55
8 EISATH Florian     ITA     +1.46     18     +0.55     2     2:35.93     +1.77
9 JITLOFF Tim     USA     +0.61     7     +1.51     13     2:36.04     +1.88
10 SCHOERGHOFER Philipp     AUT     +0.67     8     +1.69     16     2:36.28     +2.12
11 JANKA Carlo     SUI     +1.18     14     +1.29     10     2:36.39     +2.23
12 COOK Dustin     CAN     +1.42     17     +1.08     8     2:36.42     +2.26
13 KRISTOFFERSEN Henrik     NOR     +0.80     9     +1.87     19     2:36.59     +2.43
14 SANDELL Marcus     FIN     +1.00     11     +1.97     21     2:36.89     +2.73
15 DOPFER Fritz     GER     +1.41     16     +1.68     15     2:37.01     +2.85
16 ZUBCIC Filip     CRO     +1.16     13     +1.94     20     2:37.02     +2.86
17 SIMONCELLI Davide     ITA     +1.14     12     +1.99     22     2:37.05     +2.89
18 PHILP Trevor     CAN     +2.44     26     +1.05     7     2:37.41     +3.25
19 FORD Tommy     USA     +2.23     21     +1.47     11     2:37.62     +3.46
20 LUITZ Stefan     GER     +1.24     15     +2.67     29     2:37.83     +3.67
21 TORSTI Samu     FIN     +2.22     20     +1.75     17     2:37.89     +3.73
22 BROWN Phil     CAN     +2.53     27     +1.54     14     2:37.99     +3.83
23 KRYZL Krystof     CZE     +2.32     23     +1.77     18     2:38.01     +3.85
24 BORSOTTI Giovanni ITA     +2.36     25     +2.07     23     2:38.35     +4.19
25 CAVIEZEL Gino     SUI     +2.02     19     +2.47     28     2:38.41     +4.25

Nani illude, Ligety spaziale