Archivio

Basket

Trento si rialza, Brindisi travolta

Nell'anticipo l'Aquila basket torna al successo.

15 febbraio 2015, 00:00

Trento si rialza, Brindisi travolta
La panchina punitiva ha fatto bene a Tony Mitchell. Il miglior marcatore del campionato torna oltre i 20 punti (29 alla fine) e guida la sua Trento ad una nettissima vittoria su Brindisi (95-83), tornando ad esultare dopo quattro ko consecutivi. Non c'è mai partita al PalaTrento, con gli uomini di Buscaglia in completo controllo dall'inizio alla fine del confronto, anche a +26 ad un certo punto. Una grande prova di squadra per l'Aquila, con anche Pascolo ottimo protagonista, mentre dall'altra parte c'è solo Turner a dare delle risposte positive.
 
Il primo quarto è un completo dominio dei padroni di casa: un paio di canestri di Mitchell e soprattutto un inarrestabile Pascolo. Il centro azzurro segna 11 punti e conquista 3 rimbalzi in 10' e la Dolomiti Energia trova immediatamente la doppia cifra di vantaggio, volando anche a +16 (20-4 al 7'). L'ingresso di Turner sblocca gli ospiti, con nove punti in fila, ma Trento non si ferma: ritrova un vantaggio importante con la tripla di Baldi Rossi sulla sirena al 10', poi parte con un 6-0 nel secondo periodo e vola a +20 (33-13 al 13').
 
Bucchi prova anche l'esperienza di Bulleri, non trovando le risposte sperate, perché diventa rovente il capocannoniere del campionato (18 punti all'intervallo lungo) e gli uomini di Buscaglia raggiungono il massimo vantaggio sul 49-24. L'intervallo lungo non cambia nulla, anzi il distacco viene nuovamente aggiornato (63-37 al 24'), tra altre perse di Brindisi e contropiede vincente per i padroni di casa. Trento toglie un po' presto le mani dal manubrio e, la coppia Pullen-Turner, piazza un parziale di 2-15 per tornare a -12 all'ultimo intervallo. Gli ospiti, però, non fanno canestro per oltre quattro minuti nel quarto periodo e Spanghero mette la parola fine al match, ribaltando anche il doppio confronto.
 
In collaborazione con basketissimo.com
 

Trento si rialza, Brindisi travolta

© RIPRODUZIONE RISERVATA