Archivio

Basket

Bologna inarrestabile in casa, Cantù ko

La Virtus ottiene la terza vittoria di fila sul parquet amico piegando i brianzoli: 108-96 il finale, indiavolato Hazell (33 punti con cinque triple a segno).

15 febbraio 2015, 23:40

Bologna inarrestabile in casa, Cantù ko
La Granarolo Bologna nel primo posticipo della 19.a giornata di Serie A supera l'Acquavitasnella Cantù 108-96 al termine di un match intenso e gagliardo, deciso solo nel quarto periodo dai canestri di un indiavolato Jeremy Hazell (33 punti con 5/9 da 3). Si interrompe così la striscia di tre successi consecutivi per i brianzoli che subiscono la 10.a sconfitta stagionale e si vedono raggiunti proprio dalla Virtus a quota 18 punti in classifica.
 
La partita si apre immediatamente nel segno di Darius Johnson-Odom che con 4 punti in meno di 30 secondi prova subito a suonare la carica canturina. Tra le fila della Virtus risponde Allan Ray con due bombe in fila che consegnano il primo vantaggio ai padroni di casa (9-7). Anche gli altri esterni della Virtus, Hazzell e Gaddy si iscrivono a referto ed i bianconeri trovano il primo allungo sul 16-11. La squadra di Sacripanti litiga con i ferri della Unipol Arena ed Okaro White punisce la distratta difesa brianzola con il canestro del +7. Valli pesca Imbrò dalla panchina ed il talentino della Virtus allarga la forbice tra le due squadre con la bomba del +9 (27-18). L'assenza di Feldeine ed il terzo fallo di Hollis complicano le rotazioni di Sacripanti ed allora è DeQuan Jones a provare a caricarsi l'attacco canturino sulle spalle, ma la Virtus risponde colpo su colpo incrementando addirittura il proprio margine di vantaggio (37-26). La terza tripla di serata di Allan Ray (10 punti) spegne l'entusiasmo per la straordinaria schiacciata di Jones, mentre quella di Hazzel (8/14 di squadra) vale il massimo vantaggio della gara (43-30). Cantù perde troppi palloni e la terza infrazione di passi di Williams permette ai bianconeri di andare al riposo sul rassicurante 55-40.
 
Al rientro sul parquet è l'Acquavitasnella a partire con il piede giusto, cercando sotto canestro i chili ed i centimetri di uno scatenato Ivan Buva, che con 12 punti in fila riporta gli ospiti addirittura sul -7 (59-52) costringendo un imbufalito Giorgio Valli a chiamare timeout. A ridare ossigeno alla Granarolo ci pensano i canestri di Hazell, ma Gentile e Johnson-Odom riportano gli ospiti ad un solo punto di svantaggio sul 66-65 a coronamento di una rimonta straordinaria. Tra le fila di Cantù si mette in luce il playmaker numero 1 che con i suoi punti numero 20 e 21 permette ai brianzoli di rimettere addirittura il naso avanti sul 71-72. L'equilibrio regna sovrano sul parquet ma è ancora una volta la Virtus a tentare l'allungo con la tripla di Gaddy che firma il nuovo +7. Alla tripla di Gentile rispondono le due bombe di un indiavolato Jeremy Hazell che fanno letteralmente esplodere la Unipol Arena e rimettono le 11 lunghezze di distanza. Improvvisamente si spegne di nuovo la luce per i padroni di casa che con un paio di sciocche palle perse consentono nuovamente agli uomini di Sacripanti di rifarsi sotto nel punteggio per 96-92 a 2 minuti dalla sirena finale. In un finale di gara concitato ed intenso sono le V Nere ad avere la meglio grazie ad una maggiore freddezza nei possessi decisivi e ad un paio di difese da MVP di Valerio Mazzola. Alla Unipol Arena finisce 108-96.
 
in collaborazione con basketissimo.com

Bologna inarrestabile in casa, Cantù ko