Archivio

SANT'ILARIO

Anna, la maestra arrivata dalla Romania per amore

16 febbraio 2015, 21:20

È una storia che profuma d’amore e di nostalgia quella di Anna Anca, nata in Romania, da anni residente a Sant’Ilario d’Enza. Nel paese dell’est Europa ha lasciato la famiglia, in Val d’Enza ha incontrato il compagno di vita con il quale da tredici anni condivide gioie e gli inevitabili problemi quotidiani.
«Ero una ragazza spensierata con tanta voglia di viaggiare - racconta Anna -. Lavoravo come insegnante di scuola elementare senza nessun legame sentimentale quando, approfittando del periodo delle ferie, ho deciso di recarmi di Italia a trovare mia sorella che risiede a Parma, ma senza alcuna intenzione di restarvi per sempre». Lascia quindi Radauti, bella cittadina turistica della Romania famosa per i suoi monasteri medievali e ricca di industrie, per raggiungere l’Emilia. La permanenza a Parma trascorre felicemente, ma quando mancano pochi giorni al rientro in patria e alla vita di sempre, conosce Daniele, quello che, per amore, cambierà la sua vita.
«Tornata al mio paese per salutare i miei alunni che stavano iniziando la seconda elementare, ho stupito tutti quando ho annunciato che sarei tornata in Italia dove mi sono quindi avventurata, prendendomi un anno sabbatico, per conoscere in modo più approfondito quel giovane tanto serio e pieno di sogni nel cassetto. Alla fine mi sono lasciata conquistare e sono rimasta per formare una famiglia». Anna e Daniele hanno scelto di stabilirsi a Sant’Ilario d’Enza. La loro unione otto anni fa è stata allietata dalla nascita di Matteo. Anna lavora in un supermercato del paese, e al suo attivo ha anche alcune partecipazioni a sfilate di moda. «Purtroppo viviamo una economia in continuo declino – dice con una certa apprensione – e il futuro si prospetta difficile per noi e soprattutto per i nostri figli. Noi siamo una famiglia di mondo, adesso apparteniamo a Sant’Ilario, domani non si sa!».
Da ecologista, si trova bene a Sant’Ilario: «Ci sono i giusti spazi per muoversi a piedi e in bici. Ma anche Parma – sottolinea – è una città ideale da vivere sia per la cordialità della gente che per la bellezza dei posti».u.s.