Archivio

Calciomercato

Parma, l'attesa continua

Il presidente dei ducali Giampietro Manenti ha cercato di fare luce sulla situazione della società.

16 febbraio 2015, 16:20

Parma, l'attesa continua
Ai microfoni di Radio Parma il neo presidente dei ducali Giampietro Manenti ha cercato di fare luce sulla situazione.
 
Ci conferma che c'è l'intesa tra banca emittente e ricevente? Possiamo stare tranquilli?
 
"Tranquilli non si è mai, saremo tranquilli solo quando sarà fatta. Ma, in linea di massima, tutte le intese ci sono".
 
Quindi al massimo domani i pagamenti saranno effettuati:
 
"Speriamo oggi, cambierebbe il mondo. Parliamo però un po' di sport, i ragazzi lo meritano per quello che hanno fatto a Roma".
 
E' difficile bastarsi solo sulle parole, servono anche i fatti:
 
"Infatti, basta con le parole".
 
E' vero che ha incontrato i tifosi?
 
"Sì, era doveroso. Sostengono la squadra, mi sembrava corretto che fossero informati su quello che si sta facendo".
 
E' in contatto con i giocatori anche oggi?
 
"Oggi no. Ma loro sono informati su tutti i passi che stiamo compiendo".
 
Quando arriverà il bonifico, emetterete un comunicato?
 
"Diremo che stiamo adempiendo agli impegni. Poi ci sarà ancora tanto da lavorare: questa è solo una delle tappe. Stiamo facendo un giro di tutti i fornitori, è lunga la cosa".
 
Oggi saranno pagati gli stipendi sia dei giocatori che dei dipendenti? Qual è l'ora limite?
 
"L'ora limite è mezzanotte per i tesserati FIGC, e comunque non saranno pagati solo i tesserati, ma anche la parte che gestisce e che sta dietro questo sistema, ossia i dipendenti, anche loro sono fondamentali".
 
Dunque arriverà un bonifico unico, e poi toccherà a lei dividerlo:
 
"Sì, in parti eque".
 
Si può parlare delle ore 17 o 18 per l'arrivo dei soldi?
 
"Per me possiamo anche parlare delle 15, stiamo attendendo tutti".

Parma, l'attesa continua