Archivio

DEGRADO

Via Savani: la protesta approda su Facebook

16 febbraio 2015, 21:44

Via Savani: la protesta approda su Facebook

La sicurezza (mancata) di viale Piacenza e dintorni approda su Facebook. Da ieri sera è comparsa la pagina Comitato antidegrado Pablo che coinvolge in primis i residenti di via Savani e via Lanfranco, ma è rivolta a tutto il quartiere. Intanto sono quasi due settimane che in via Savani va in scena la «marcia-antispaccio». Ogni sera una trentina di persone si riunisce in strada e passeggia negli anfratti alle spalle di viale Piacenza, mettendo in fuga (pacificamente e con la sola presenza) i banditi che picchettano gli angoli delle strade. C’è un doppio turno ogni giorno: il primo tra le 18,30 e le 20, il secondo dalle 21 alle 22 «ma c’è ancora tanto da fare». Non lo negano i residenti che hanno organizzato l’iniziativa esasperati dai pusher sotto finestre, balconi e perfino negli androni di casa. «Non possiamo andare avanti così, anche perché dopo una cert’ora della notte i brutti ceffi si ripresentano esattamente negli stessi posti. Non solo, con le condizioni climatiche avverse è chiaro che molti pensionati faticano a partecipare agli appuntamenti. – confidano con amarezza - Stiamo pensando di organizzare un’assemblea pubblica e invitare i rappresentanti delle forze dell’ordine e delle istituzioni per studiare interventi ancora più efficaci». Certo è che la paura, quella che ti spinge a cambiar strada (a meno che tu non sia in gruppo) ancora attanaglia i pensieri di abita in queste costole di viale Piacenza. La stessa che spinge i genitori a dire no, col cuore in mano, ai figli adolescenti che vogliono andare al cinema. La stessa per cui le signore, se proprio sono costrette a una spesa last-minute, preferiscono andare al Conad accompagnate dai mariti. «La nota positiva è che continuiamo a ricevere sempre più attestati di partecipazione dal resto del quartiere» appuntano ancora gli organizzatori, che promettono: «Non resteremo con le mani in mano». Ch.Poz.