Archivio

Sport USA

Bryant: "Ritiro? Non adesso"

Il 24 avverte: "Mi piacerebbe poter risorgere come gli Spurs".

17 febbraio 2015, 10:40

Nonostante l'ennesimo infortunio (out per tutta la stagione), Bryant vuole continuare a giocare: "Ho iniziato a pensare a quello che voglio fare quando chiuderò con la pallacanestro giocata, non ho paura, affronterò quel momento senza problemi. Però non posso dire quando sarà", le sue parole a NbaTV.

Il 24 aggiunge: "Guardate gli Spurs, pensavo fossero arrivati al capolinea 20 anni fa, invece continuano a vincere. Ecco, mi piacerebbe poter risorgere allo stesso modo". Una battuta sul suo modo di essere: "Non bisogna aver timore del confronto, un leader a volte deve essere solitario. Io fuori dal campo non credo di esserlo, spesso sono aperto e socievole. Non so bene come sia venuta fuori la storia che io sia un solitario. Di certo la pallacanestro, come la interpreto io, ha avuto un impatto fondamentale anche sulla mia vita sociale. Coltivare amicizie richiede tempo, tempo che io ho dedicato e dedico al basket. Se vuoi diventare un giocatore speciale hai bisogno di fare sacrifici".

Bryant: