Archivio

fidenza

I Nuovi Terragli? Un bronx

Molti fidentini segnalano una situazione insostenibile negli spazi all'aperto del complesso. "Schiamazzi sino a tarda sera, bottiglie che volano, musica ad alto volume ma anche degrado, sporcizia e coppiette che fanno sesso davanti a tutti"

di Silvana Loreni

17 febbraio 2015, 21:19

I Nuovi Terragli? Un bronx

Un coro di lamentele si è levato da diversi fidentini che hanno segnalato una situazione diventata insostenibile negli spazi all’aperto del complesso i Nuovi Terragli. A parte la sporcizia che vi regna sovrana, con cocci di bottiglie, lattine sparse ovunque, borse di plastica, ma anche la fatiscenza con pluviali rotti, cestini porta-rifiuti divelti e altro, si aggiungono anche comportamenti incivili da parte di chi frequenta questi spazi.
«Dopo avere parcheggiato, stavo passando attraverso la piazzetta con il mio bambino - ha spiegato una madre fidentina – per recarmi in un ufficio nei Nuovi Terragli – quando ho notato una coppia di ragazzi intenti in effusioni amorose, chiamiamole un po’ spinte. Io ho cercato di distrarre mio figlio, anche perché non era proprio una scena da luogo pubblico e in pieno giorno. Fra l’altro i ragazzi, imperterriti, hanno continuato, senza minimamente accorgersi di chi passava intorno. Niente contro i bollenti spiriti giovanili, anche perché siamo stati giovani tutti, però occorrerebbe un minimo di rispetto. E quando mi sono sfogata raccontando quello che era successo, con alcuni miei conoscenti, mi hanno risposto che non era una novità in quella zona, diventata rifugio di coppiette».
Altri fidentini hanno lamentato schiamazzi sino a tarda sera, bottiglie che volano, musica ad alto volume, motorini che scorrazzano e non solo nelle serate estive. «E’ un complesso quasi completamente disabitato – ha spiegato un altro fidentino – e temo che negli appartamenti vuoti, qualcuno sia già riuscito ad entrare per passarvi la notte. Nelle ore notturne infatti è stato notato uno strano via vai. Per non parlare della sporcizia che si trova sparsa ovunque negli spazi esterni. Nella piazzetta interna al complesso, c’è un continuo andirivieni, già dal tardo pomeriggio, anche perché non c’è poi quella grande illuminazione. Anzi la piazzetta è al buio e quindi è il luogo ideale per rifugiarsi e farne di ogni. Da considerare poi che la zona è praticamente di fianco alla stazione ferroviaria, per cui raccoglie di tutto...Forse sarebbe opportuno chiudere quegli spazi nelle ore notturne per motivi di sicurezza». «Ho notato strani movimenti di alcuni extracomunitari – ha aggiunto un altro borghigiano – sempre nella piazzetta interna, non riuscendo a capire cosa stessero confabulando. Ad un tratto uno è scappato verso via Carducci, forse avvertito dall’arrivo di qualcuno … Ma strani episodi sono all’ordine del giorno e a mio avviso tutta la zona esterna dovrebbe essere delimitata con cancellate quando uffici e negozi chiudono».