Archivio

Parmense

Fornovo, riapre la piscina con la nuova gestione

Affidata alla società «Nuotatori Fornovo» fino al 31 agosto. Il sindaco: «Una soluzione in attesa del bando». Il presidente: «Accettato per amore dei nostri figli e del paese»

di Donatella Canali

18 febbraio 2015, 21:00

«Nuotatori»… in piscina. In estrema sintesi, questo il senso dell’accordo tra amministrazione e l’associazione «Nuotatori Fornovo» per la gestione dell’impianto. Da sabato scorso al 31 agosto, attraverso un affidamento diretto con trattativa privata, il gruppo sportivo avrà l’onere di gestire sia la piscina coperta che la struttura estiva. L'accordo è arrivato dopo alcuni giorni di chiusura, al termine della scadenza del bando, andato deserto. L’affidamento è stato sottoscritto alle stesse condizioni contenute nel bando: il Comune di farà carico delle utenze mentre al soggetto gestore spetteranno le spese ordinarie, come quelle relative al personale: in questo caso saranno assorbite anche alcune figure impiegate nella precedente gestione.
«Ringraziamo la Nuotatori - ha detto il sindaco Emanuela Grenti - per avere accettato di ‘traghettare’ l’impianto: si tratta per loro di una nuova esperienza, ma siamo convinti che, vista la loro conoscenza diretta dell’impianto e dell’attenzione che hanno sempre avuto alla sua qualità, porteranno avanti al meglio l’incarico in questo periodo di passaggio. Ci auguriamo infatti di avere, a settembre, la gestione definitiva. Siamo arrivati un po’ ‘lunghi’ a questa soluzione perché stiamo predisponendo un bando, che sarà pubblicato entro la fine di febbraio, che trovi un punto di equilibrio economico finanziario, visto l’onere degli interventi di ammodernamento di cui l’impianto necessita, a cominciare dall’impianto di aerazione. La mancanza di ricambio d’aria ha infatti danneggiato il tetto, di recente costruzione, posizionato solo nel 2007, oltre a provocare un notevole dispendio energetico: un nuovo impianto consentirebbe infatti di abbattere i costi della utenze. Attualmente l’impianto comporta al Comune una spesa di 100 mila euro l’anno». Molto impegno e altrettanta responsabilità è ciò che la Nuotatori sta investendo nella nuova avventura. «Essendo in gran parte genitori di nuotatori - ha dichiarato il presidente Valerio Martone - abbiamo accettato soprattutto per amore dei figli. Come associazione abbiamo circa cento iscritti ai quali speriamo di aggiungere al più presto gli iscritti agli altri corsi, che faremo partire al più presto, per garantire loro continuità. L’impianto è già aperto al nuoto libero negli orari stabiliti. Abbiamo inoltre mantenuto le sessanta ora a tariffa sociale per le associazioni». Un ringraziamento per la fiducia accordata al gruppo è venuto anche dal vicepresidente e direttore tecnico dell’associazione, Claudio Bercella. «Il nostro spirito - ha detto Bercella - è quello di mantenere un importante servizio alla comunità e l’obiettivo è quello di farlo con qualità, grazie anche ad una ‘diligenza’ familiare, dovuta al fatto che i gestori sono innanzitutto genitori». Un valore aggiunto, visto la piscina è per molti iscritti alla Nuotatori, come per i genitori e istruttori, una seconda casa.