Archivio

busseto

Strade «gruviera» e alberi spezzati. A Busseto conto salato per la neve

Il sindaco Gambazza: «Un piano straordinario del governo che stanzi fondi per l'emergenza». L'assessore Burla: «Danni ingenti. Interventi sui tetti di palestra e scuole»

di Paolo Panni

18 febbraio 2015, 20:59

Strade «gruviera» e alberi spezzati. A Busseto conto salato per la neve

Danni per decine e decine di migliaia di euro. E’ questa la situazione, di giorno in giorno sempre più pesante, che si va materializzando a Busseto dopo le nevicate e le gelate dei giorni scorsi. Un bilancio pesante, con stime che sono tuttora in corso e che si vanno facendo sempre più cospicue. Strade ridotte a una gruviera, alberi divelti o spezzati, viali alberati messi a «soqquadro» e coperture degli edifici pubblici e privati danneggiati. Come spiegato dall’assessore ai Lavori pubblici e alla Protezione civile Angelo Burla, proprio in questi ultimi giorni, con lo scioglimento della neve sono stati accertati danni ai tetti della palestra scolastica, della materna di Busseto e della primaria di Roncole Verdi. Per questo sono già cominciati i primissimi interventi.
Ci sono, poi, i danni agli alberi, molti dei quali posti lungo i viali e all’interno dei parchi. Danneggiate anche alberature dello storico parco di Villa Pallavicino e di quello della Rocca municipale, ma anche quelle del viale del cimitero e di piazza Guareschi, a Roncole Verdi. In merito Burla ha precisato: «Sono in corso i primi interventi, di sistemazione e pulizia e di potatura, con i pochi mezzi che abbiamo a disposizione». C’è poi il capitolo strade: quello più pesante. «Alcune - ha detto l’assessore - sono letteralmente maciullate. La situazione è grave. Le strade hanno risentito parecchio degli effetti della neve e del gelo, così come delle conseguenze del passaggio dei mezzi antineve, anche se si è fatto il massimo per limitare i disagi».
L'assessore Burla non si sente ancora di quantificare i danni ma non fatica a dire che «ammontano a decine e decine di migliaia di euro». A preoccupare, in particolare, la viabilità. Il solo comune di Busseto ha qualcosa come duecento chilometri di strade comunali. Facile intuire come sia complicata la situazione. Sulla quale interviene anche il sindaco Maria Giovanna Gambazza facendo notare come, anche sulle altre strade del territorio (cioè anche fuori comune), sulle provinciali e sulle statali, la situazione è analoga a quella di Busseto. Per questo chiede, a gran voce «un piano straordinario del Governo affinché stanzi fondi destinati al ripristino delle strade, di tutto il territorio, a favore di Regione, Provincia e Comuni. Un piano che esuli dal patto di stabilità - prosegue - e che permetta di intervenire quanto prima».
Anche in previsione dell’aumento di flusso turistico in occasione di Expo 2015. «La gente - ha aggiunto il sindaco in merito alla situazione strade - si lamenta e ha ragione. Purtroppo, però, non ci sono risorse e quindi il Comune deve decidere se destinare, quelle poche che ha, ai servizi al cittadino o alle strade. Per questo ribadisco che occorre un piano straordinario da parte del Governo». E infine la partita legata ai blackout elettrici che hanno interessato, pesantemente, anche Busseto. Al riguardo la Gambazza ha ricordato che «il nostro Comune ha aderito sia al coordinamento provinciale Anci a Noceto che al tavolo di lunedì in Provincia». La speranza è non solo quella di avere i risarcimenti dei danni a favore sia degli enti pubblici che dei privati cittadini ma anche di poter contare su un piano di investimenti sull’impiantistica, da parte di Enel, con manutenzioni adeguate ed ammodernamento della rete su tutto il territorio.
Infine il sindaco Gambazza ha infine ricordato «il nostro piano straordinario di Protezione civile che, pur nelle difficoltà legate ad un evento emisferico anomalo ed eccezionale, ha funzionato con ottimi risultati».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

SALUTE

Alito pesante? Non è solo questione d'igiene

Spazzolino, filo interdentale, colluttori devono essere un rito fin da piccoli Ma spesso l'alitosi è sintomo di malattie che vanno indagate: gola, reni,  fegato, polmoni, come affrontare il problema