Archivio

Snack salutari

Contro i tumori cinque porzioni di frutta

19 febbraio 2015, 16:33

Contro i tumori cinque porzioni di frutta

Mangiare bene è un cardine di prevenzione delle patologie degenerative come il cancro. Le cattive abitudini alimentari, assieme all’obesità, sono responsabili dell’insorgenza di circa il 15-35% dei tumori.

Lo rendono noto gli esperti del Centro di riferimento oncologico di Aviano. Elevati consumi di frutta e verdura diminuiscono il rischio di tante malattie. I benefici sono più evidenti per i tumori che colpiscono l’apparato digerente ma sono dimostrati anche per altri (polmone, prostata e pancreas).

Frutta e verdura sono ricche di vitamine, fibre e varie sostanze antiossidanti che riducono l’effetto nocivo dei radicali liberi. I cereali, per il loro elevato contenuto di fibre, esercitano un effetto di protezione per i tumori del colon-retto. Al contrario, è ormai ben noto - proseguono gli esperti del centro oncologico - che il consumo elevato di carni rosse, inclusi gli insaccati, e di grassi aumenta il rischio di alcuni tumori dell’apparato digerente (colon-retto e stomaco).

Andrebbero consumate almeno cinque porzioni al giorno di frutta e verdura, mangiandole ad ogni pasto o come spuntini tra i pasti. In parallelo andrebbe ridotto il consumo di grassi (insaccati, salumi, burro o panna) e carni rosse, sostituendo a questi pesce e carni bianche. Infine andrebbero scelti alimenti integrali (pane, pasta, riso integrale) e consumati spesso legumi (piselli, fagioli o soia).

Gli esperti del Cro di Aviano ricordano che la dieta mediterranea è associata ad una ridotta incidenza di alcune malattie croniche (fra cui quelle cardiache e tumorali) e spiegano che alcuni effetti protettivi di questo tipo di dieta potrebbero essere spiegati dalle considerevoli quantità di erbe e di spezie (come aglio, rosmarino, origano e basilico) usate.r.c.