Archivio

Altri sport

Macerata fuori dall'Europa

I campioni d'Italia sono eliminati in Polonia.

19 febbraio 2015, 23:20

Macerata fuori dall'Europa
Non riesce a centrare l'obiettivo qualificazione la Cucine Lube in Europa: i campioni d'Italia vengono sconfitti (3-1) anche nel match di ritorno dei Playoffs 12 della 2015 CEV DenizBank Volleyball Champions League dai polacchi del PGE Skra Belchatow e sono costretti a dire addio all'Europa. Gli uomini di Giuliani, chiamati ad una vera e propria impresa contro i campioni di Polonia imbattuti nella massima competizione europea, lottano in tutti i parziali ma devono soccombere alla determinazione dei padroni di casa spinti, dagli oltre 11mila tifosi dell'Atlas Arena di Lodz (presenti anche 7 coraggiosi tifosi biancorossi).
 
Dopo un primo set giocato punto a punto e perso sul filo di lana ai vantaggi, Podrascanin e compagni dominano il secondo parziale alimentando le speranze di una possibile rimonta. Nel terzo set, però, il Belchatow piazza la zampata decisiva spinto da un servizio sempre incisivo e da un attacco al 60%. Soltanto per la cronaca il quarto parziale, a qualificazione ormai decisa. Si ferma quindi ai Playoffs 12 l'avventura della Cucine Lube in questa edizione della Champions League, la nona partecipazione nella storia della società biancorossa.
Top scorer del match Sabbi (18 punti e 4 ace) così come il centrale serbo dei polacchi Lisinac (18 punti, 3 muri).
 
Il tabellino
PGE SKRA BELCHATOW: Lisinac 18, Wlazly 12, Klos 5, Conte 15, Wrona 1, Uriarte 1, Wlodarczyk 4, Winiarski, Brdjovic, Piechocki (L), Tille (L), Marechal 12. All. Falasca.
CUCINE LUBE TREIA: Fei, Henno (L), Parodi 13, Paparoni (L), Stankovic 7, Kovar 5, Sabbi 18, Monopoli, Shumov 2, Kurek 13, Baranowicz 1, Podrascanin 6. All. Giuliani.
ARBITRI: Sodja (AUT) – Mateizer (ROU).
PARZIALI: 26-24 (28'), 19-25 (27'), 25-22 (29'), 25-21 (27')
NOTE: Spettatori 11200. Belchatow bs 18, ace 5, muri 10, errori 9, ricezione 45% (31% prf), attacco 60%. Lube bs 19, ace 7, muri 4, errori 6, ricezione 54% (36% prf), attacco 47%.
 

Macerata fuori dall'Europa

© RIPRODUZIONE RISERVATA