Archivio

Calciomercato

Mbaye adottato dal suo agente

Avviata la pratica per l'adozione da parte del suo procuratore Beppe Accardi: ''E' come un figlio per me e mia moglie''.

19 febbraio 2015, 13:00

Mbaye adottato dal suo agente
Diciannove anni e una storia particolare quella di Ibrahima Mbaye, ex pedina della Primavera Inter stramaccioniana che vinse la prima NextGen Series della sua storia. Il giovane esterno, attualmente in prestito al Bologna, è stato adottato dal suo procuratore Beppe Accardi, non ancora legalmente ma lo sarà presto.
 
A raccontare la vicenda è lo stesso agente al 'Corriere dello Sport': "Sono andato al Tribunale di Modena per avviare la pratica per l'adozione di Mbaye. Mi hanno spiegato che l'adozione di un adulto consenziente dovrebbe avere tempi più brevi delle altre. Lui mi chiama Capo, mia moglie Antonella invece la chiama mamma. Ci vogliamo bene, Ibra è uno di noi. E' cresciuto con me, mia moglie e le mie figlie Naomi e Talita''.
 
Mbaye ha comunque una famiglia biologica: "Certo, suo padre lavora in Italia e lo chiamiamo Chico mentre sua mamma è rimasta in Senegal. Suo padre un giorno gli ha detto di considerarmi come un padre perché quello che sto facendo, lui non è riuscito a farlo. Io non voglio sostituirmi al padre certamente, ma Ibra è uno di noi e lo considero il figlio maschio che non ho avuto".
 
 
 

Mbaye adottato dal suo agente