Archivio

Basket

Sassari, il bis passa da Cremona

I detentori della Coppa Italia sfideranno nei quarti Vitali e compagni.

19 febbraio 2015, 12:40

Sassari, il bis passa da Cremona
Se alzare al cielo un trofeo come la Coppa Italia cambia il corso di una stagione e, più in generale, della storia di un club, chiedetelo ai dirigenti, ai giocatori e ai tifosi della Dinamo Sassari: la risposta non potrà che essere affermativa. Dodici mesi fa il club sardo fece un autentico capolavoro al Forum di Assago, arrivando a mettere in bacheca il primo trofeo della propria storia, la Coppa Italia appunto, primo passo di un cammino che successivamente ha portato i biancoblu a giocarsi la semifinale scudetto con Milano, a centrare la qualificazione all'Eurolega e, nel mese di ottobre, a conquistare la Supercoppa italiana davanti al pubblico di casa.
 
Chiaro dunque che la squadra detentrice del trofeo abbia degli stimoli enormi a far bene a Desio, dove affronterà un'altrettanto motivata Vanoli Cremona, destinata anch'essa a fare storia. Per il club lombardo, infatti, si tratta della prima partecipazione alla Final Eight, celebrata con una maglietta che dalle parti del PalaRadi è andata a ruba (Making history.. stiamo facendo la storia) e, poi, con l'apposita canotta che verrà utilizzata nella partita dei quarti di finale contro il Banco di Sardegna, in programma alle ore 15.30.
 
Il pedigree delle due squadre e la loro recente storia farebbe pensare a una gara quasi scontata, con la Dinamo nettamente favorita per il successo. Del resto, stiamo parlando di un roster costruito per giocare l'Eurolega (eliminazione arrivata al termine del girone di qualificazione) e, successivamente, l'Eurocup (mancato accesso agli ottavi di finale). La Vanoli, però, ha dimostrato di avere le carte in regola per battere chiunque, specialmente dopo aver interrotto una striscia di quattro sconfitte consecutive in campionato, dominando in lungo e in largo sul campo di Capo d'Orlando.
 
Se Cremona sta recuperando fiducia, Sassari vive un momento di appannamento, coinciso appunto con l'eliminazione europea. Il rischio che questa per i sardi possa essere la stagione del vorrei ma non posso è sempre dietro l'angolo: toccherà ai giocatori più esperti trascinare i compagni verso nuovi traguardi, a partire da quella Final Eight che un anno fa svoltò decisamente la stagione della Dinamo.
 
Milano, Reggio Emilia e Siena furono le squadre che al Forum caddero sotto i colpi della banda Sacchetti, decisamente diversa per costituzione rispetto a quella che scenderà in campo a Desio. Senza l'infortunato Chessa, il Banco di Sardegna presenterà nel roster l'ultmo acquisto, Kenneth Kadji, chiamato a dare sostanza al reparto lunghi degli isolani, che da qualche settimana avevano lasciato andare via Todic senza provvedere alla sua sostituzione.
 
Che la Vanoli possa dare del filo da torcere a Sassari lo si può capire anche dall'esito della gara di campionato disputata in Sardegna dalle due squadre. Nell'ultima giornata del girone d'andata, infatti, i sardi la spuntarono con il punteggio di 88-82, affrontando però una squadra priva di uno dei suoi uomini migliori, Luca Vitali, fermato da un infortunio. A risolvere la gara in quella circostanza ci pensarono Dyson (30 punti) e Logan (22), ai quali la squadra di Pancotto rispose con i 22 punti di Bell e i 15 di Hayes, senza però tornare a casa con i due punti in palio.
 
Stavolta Vitali ci sarà, mentre ai lombardi verrà a mancare Marco Cusin: il centro italiano avrebbe dato molto per essere presente e far pentire la Dinamo di averlo utilizzato poco (e poi ceduto) a inizio campionato, ma un infortunio lo terrà lontano dal campo. Al suo posto ci sarà Ed Daniel, appena arrivato da Varese, che al suo esordio ha confezionato una prova da 12 punti e 7 rimbalzi.
 
Il duello più interessante del secondo quarto di finale è quello tra David Logan e Luca Vitali. Nei rispettivi quintetti, entrambi i giocatori ricoprono il ruolo di guida, non solo perche spesso agiscono da playmaker, ma anche per la grande esperienza che possono portare alla causa. Come detto, nella sfida di campionato il duello è venuto a mancare per l'assenza di Vitali, che a Desio vorrà dimostrare ancora una volta di essere indispensabile per la sua squadra. In campionato, infatti, l'azzurro garantisce un fatturato di 11,3 punti, 5,8 rimbalzi e sopattutto 5,8 assist di media a gara (è secondo in questa speciale classifica), al quale Logan proverà comunque a rispondere con le sue cifre: 16,8 punti e 3,3 rimbalzi di media a partita.
 
In collaborazione con sportxpress.it

Sassari, il bis passa da Cremona

 

SALUTE

Alito pesante? Non è solo questione d'igiene

Spazzolino, filo interdentale, colluttori devono essere un rito fin da piccoli Ma spesso l'alitosi è sintomo di malattie che vanno indagate: gola, reni,  fegato, polmoni, come affrontare il problema