Archivio

Calciomercato

Icardi: "Chi mi vuole paghi l'Inter"

"Perché prendo poco? Non lo so, dovete chiederlo al mio agente. Forse non è tanto sveglio? Può essere".

20 febbraio 2015, 20:20

Icardi:
Mauro Icardi ha parlato di mercato in un'intervista al "Grand Hotel Chiambretti", non escludendo un futuro lontano dal nerazzurro se arriverà l'offerta giusta: "Prima di parlare con me chi mi vuole deve pagare l'Inter. Ho cinque anni di contratto qui, ancora me ne mancano tre. Penso che dovrò rimanere qua. In ogni caso come ho detto prima ho il mio procuratore. Perché prendo poco? Non lo so, dovete chiederlo al mio agente. Forse non è tanto sveglio? Può essere...".
 
La polemica sui tanti stranieri in Italia: "Se sono bravi a giocare a calcio ben vengano anche se è vero che complica l'esplosione dei giovani del vivaio. Mario Balotelli non lo conosco, non so dire se siamo simili o meno. Dicono tutti che è un po' matto...".
 
Il litigio con i tifosi: "E' un episodio che ho già dimenticato. Abbiamo parlato con la curva e abbiamo capito tutti che è un periodo difficile. Sinceramente mi sono arrabbiato perché avevo regalato i pantaloncini a un bambino e loro li hanno ributtati indietro. Non per altro".
 
Osvaldo: "A dir la verità non sono rientrato subito nello spogliatoio dopo il pari con la Juventus e il litigio con lui. Ci siamo visti il giorno dopo e c'era un po' di nervosismo".
 
La doppietta di Maxi Lopez in Europa League: "Non me ne frega nulla".
 

Icardi: