Archivio

crisi parma

Lucarelli: "No messa in mora, conta salvare la società"

20 febbraio 2015, 16:25

Lucarelli:

Niente allenamento. A due giorni dalla sfida di domenica al Tardini con l’Udinese (che potrebbe anche saltare), il Parma non è sceso in campo. Il club crociato ha fatto sapere che "questa mattina nella sala stampa del centro direzionale di Collecchio i giocatori della prima squadra con lo staff tecnico hanno incontrato il presidente Manenti, il sindaco Federico Pizzarotti con l’assessore allo sport Giovanni Marani, i rappresentanti della Figc, della Lega Calcio e dell’Aic per discutere della situazione del club. La squadra - spiega il Parma - si ritroverà domani sempre al centro sportivo di Collecchio per svolgere l’allenamento di rifinitura in vista di Parma-Udinese. La seduta è in programma alle 15 a porte chiuse. Alla 14.30 la conferenza stampa diDonadoni". Intanto dopo circa un’ora di riunione è Alessandro Lucarelli a fare il punto della situazione. "La messa in mora? No, in questo momento le problematiche sono altre. Figc, Lega e sindaco sono venuti questa mattina per capire qual è la situazione e l’idea è quella di fare fronte comune, di unirsi e di essere pronti se ce ne fosse bisogno nel caso che l’attuale presidente non presti fede agli impegni presi - ha spiegato il capitano dei crociati -. La cosa più urgente è quella di salvare la società, se lo farà Manenti saremo felicissimi, se non lo farà lui faremo fronte comune con le istituzioni per trovare un piano alternativo per far sì che questa società non fallisca". "Le garanzie? Ad oggi non ce ne sono - ha proseguito Lucarelli - e per questo conviene muoversi anche su un altro fronte. L’appoggio delle istituzioni? Se venivano prima era meglio, ma il fatto che ci siano ed abbiano toccato ora con mano la situazione può essere una cosa che va a nostro vantaggio. Se domenica si gioca? Se ci sono le condizioni la squadra va in campo". Nel frattempo l’allenamento di oggi è stato rinviato a domani. "Credo che sia l’ultimo dei problemi - ha però affermato Lucarelli - Il presidente ci dice che ci sono delle problematiche tecniche, lui è convinto di quello che dice e continua a dire che pagherà, ma il tempo passa e non abbiamo visto niente. Il tempo però è finito. Manenti deve trovare il tempo e il denaro per salvare il Parma, altrimenti dovrebbe dire al sindaco e a chi di dovere che non ce la fa a supportare questa società e dovrebbe farsi da parte".