Archivio

ROMA

Questore Roma,"meglio disordini dei morti,evitato il peggio"

"1800 uomini in campo,600 in centro,respingo accuse Marino"

20 febbraio 2015, 18:40

(ANSA) - ROMA, 20 FEB - "Meglio i disordini che i morti: a piazza di Spagna non siamo intervenuti davanti alla sporcizia per evitare il peggio, abbiamo tutelato i turisti e i bimbi che escono da scuola". Così si difende il Questore di Roma Nicolò D'Angelo. "In campo c'erano 1800 uomini, 600 solo in centro: le forze dell'ordine hanno operato bene, comprendo il sindaco ma respingo le accuse: abbiano sventato anche un agguato che i romanisti volevano fare agli olandesi", ha concluso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA