Archivio

Rugby

Italrugby, allarme in infermeria

Secondo giorno di allenamenti per la Squadra Nazionale che, a Roma, prosegue la preparazione alla terza giornata di RBS 6 Nazioni.

24 febbraio 2015, 16:40

Italrugby, allarme in infermeria
Secondo giorno di allenamenti per la Squadra Nazionale che, a Roma, prosegue la preparazione alla terza giornata di RBS 6 Nazioni.
 
Al termine del lavoro mattutino, il Manager degli Azzurri Luigi Troiani ha fatto il punto sulle condizioni del gruppo azzurro: "Bortolami – ha detto il Team Manager di Italrugby – prosegue le terapie per il riacutizzarsi del trauma muscolare all'adduttore della gamba destra. Abbiamo scelto di avere Marco con noi sino alla partenza della Squadra per la Scozia, anche se non potrà scendere in campo a Murrayfield, e nei prossimi giorni continuerà i trattamenti con lo staff delle Zebre".
 
Rimane aggregato alla Squadra Nazionale, dopo l'incidente domestico dei giorni scorsi che ha richiesto quattordici punti di sutura al naso, anche il pilone destro del Toulon RC Martin Castrogiovanni: "Castro – ha detto Troiani – non si allena per scongiurare ogni rischio di infezione e prosegue la normale terapia antibiotica. Anche lui non sarà disponibile per la trasferta in Scozia, ma contiamo di riaverlo regolarmente disponibile nel breve termine".
 
Marco Fuser, sofferente all'acromion claverale destro, ha preso parte regolarmente sia all'allenamento di reparto che a quello collettivo e sarà disponibile per la partita di Edinburgo, mentre l'ala Leonardo Sarto ed il centro Luca Morisi hanno lavorato a parte, sofferenti rispettivamente per una lesione muscolare al bicipite femorale ed un affaticamento alla coscia: "Abbiamo ritenuto opportuno far svolgere loro un lavoro differenziato ed evitare il contatto – ha spiegato Troiani – e nel pomeriggio lo staff tecnico rivaluterà le due situazioni in vista dell'annuncio della formazione previsto per mercoledì".
 

Italrugby, allarme in infermeria