Archivio

OrtoGiardinoBalcone

Come disinfestare i vasi

A cura di Mara Troni

di Mara Troni

21 aprile 2015, 21:40

Come disinfestare i vasi

In questo periodo in cui il giardino è addormentato è il momento migliore per fare tutte quelle operazioni di ripulitura e riassetto rimandate fino ad ora. Si può iniziare con la pulitura dei vasi: vanno lavati per bene e disinfettati per trovarli pronti all’uso in primavera. I contenitori, una volta svuotati e spazzolati energicamente, vanno immersi in acqua e candeggina per lavarli e disinfettarli. L’immersione avrà la durata di tre giorni per quelli in terracotta e una notte per quelli in plastica quindi vanno tolti e lasciati asciugare in luogo riparato. Lo stesso trattamento va riservato a sottovasi e annaffiatoi.
Altra operazione importante è il rinnovo del terriccio nei grandi vasi e nelle fioriere fisse e profonde dove non è possibile cambiare ogni anno il terreno. L’operazione è necessaria per evitare che il terriccio, impoverendosi, non consenta di ottenere abbondanti e rigogliose fioriture. Per i contenitori destinati ad ospitare piante annuali da fiore, vanno eliminati i primi quindici centimetri di terriccio per integrarlo e rimescolarlo con substrato nuovo, torba e sabbia. Le temperature rigide di questo periodo consigliano, inoltre, di mettere al riparo le piante succulente. Non va dimenticato che la sensibilità delle piante grasse ai rigori invernali è tanto più accentuata quanto più il terreno è bagnato, perché a temere il freddo non è solo la parte aerea ma anche le radici.