Archivio

gazzetta scuola

Noi delle quinte classi al Parlamento Europeo

L'istituto Melloni

03 maggio 2015, 22:36

Noi delle quinte classi al Parlamento Europeo

Nelle prime settimane di marzo noi classi quinte dell’ITE Melloni ci siamo recate nelle città di Strasburgo, Amsterdam e Bruxelles per la nostra ultima gita scolastica.
Visitando Strasburgo, città culturale e ritrovo di molti studenti universitari provenienti da tutto il mondo; abbiamo ammirato numerose opere e maestosi monumenti come la cattedrale di Notre-Dame, luoghi della città caratteristici del XVI e XVII secolo, ne è un esempio la Petite France dove vi sono molti vicoli, archi, case in legno e ponti lungo un fiume che attraversa tutta la città. Successivamente ci siamo recati al Parlamento Europeo in cui un gruppo ha avuto la possibilità di assistere ad una votazione inerente ai diritti delle donne e uguaglianza tra i sessi, dove parlamentari di tutte le nazioni parlavano a turno esponendo il loro programma politico mentre gli spettatori ascoltavano dall’alto grazie ai numerosi traduttori presenti che permettevano di seguire il dibattito in 27 lingue diverse; al contrario, l’altro gruppo ha potuto simulare un dibattito come se fossero loro i parlamentari.
Le tematiche dell’attività erano la privatizzazione dell’acqua e l’installazione di microchip nelle persone a fini di sicurezza, divisi in partiti esprimevano le loro opinioni fino ad arrivare alla votazione vera e propria. Successivamente abbiamo visitato Colmar, piccola cittadina che ricorda Strasburgo, dove alloggiavamo. Il giorno successivo siamo partiti alla volta di Amsterdam in un viaggio di una giornata intera sul pullman, ma ne è valsa la pena; l’abbiamo trovata una città davvero contrastante perché giovane e piena di vita da un lato ma ricca di case antiche e di monumenti esteticamente molto suggestivi dall’altro. Visitata da persone provenienti da tutto il mondo.
Le bici sono il mezzo più usato e che permette di spostarsi in modo più veloce oltre alla linea del tram presente in tutta la città. Uno dei monumenti che si nota per primo è la Stazione Centrale, un imponente edificio che risale alla fine del 1800. Piazza Dam che si trova nel cuore della città, è il punto nevralgico, sempre affollata. I Coffee shop sono numerosi e in vista nelle strade più frequentate da abitanti e turisti. I quartieri a luci rosse sono considerati normalità a tal punto da avere vicino chiese e asili; un'altra caratteristica di questa città sono i quattro mulini a vento rimasti. Nel corso delle giornate trascorse lì, abbiamo raggiunto un’azienda agricola che si occupa della produzione di un formaggio tipico della zona e degli zoccoli in legno tuttora utilizzati dagli abitanti in alcune circostanze. È stata inoltre concessa la possibilità di visitare il noto museo di Van Gogh e di fare il giro della città in battello.
L’ultima meta raggiunta è stata quella di Bruxelles, città molto più moderna delle precedenti, ricca di palazzi costruiti negli ultimi anni e destinati ai fini europei che circondano la città situata su due livelli; nella parte nord è presente il Palazzo Reale, numerosi edifici storici, caratteristici e nella parte sud è caratteristica la Grand Place, considerata una delle piazze più belle al mondo e dove si possono ammirare il municipio, edificio gotico, e la Maison du roi, gotico fiammeggiante.
Una bella esperienza che ricorderemo sempre pensando al nostro ultimo anno scolastico. Cogliamo l’occasione, anche da parte degli altri studenti, per ringraziare i professori che ci hanno accompagnati in questo viaggio: Prof. Chirichiello, Poi, Traclò, Romano, Alberici, Colella, Bertozzi, Lazzarini, Tassi, Casalini.