Archivio

Rugby

I rugbysti si trasformano in attori

E' intanto iniziato il conto alla rovescia verso i campionati del mondo della palla ovale.

16 luglio 2015, 18:00

I rugbysti si trasformano in attori
Sul sintetico del Centi Colella a L'Aquila si sono svolte le riprese del nuovo promo di Sky Planning #38; Promotion dedicato alla Rugby World Cup 2015. Sul set, nove convocati della Nazionale italiana, tutti vestiti d'azzurro e con guance sporche, capelli spettinati e muscoli ben oliati dopo un'accurata seduta di trucco: Martin Castrogiovanni, Sergio Parisse, Leonardo Ghiraldini, Michele Rizzo, Lorenzo Cittadini, Alessandro Zanni, Luke McLean, Mauro Bergamasco e Andrea Masi. 
 
Il Mondiale è alle porte e lo staff di Sky che ha curato la creatività del nuovo promo, utilizzerà le scene girate in Abruzzo per un sofisticato lavoro di postproduzione: in video, i giocatori in azione impatteranno contro dei numeri che si infrangeranno durante il countdown fino alla partenza del torneo. Intorno a loro, come demoni da sconfiggere, i simboli delle altre nazionali.
 
“E' stata un'occasione in più per passare del tempo insieme e divertirci prima dei nostri impegni sportivi”, commenta Martin Castrogiovanni, che finge di lamentarsi del ruolo che gli è stato assegnato: la scena topica del promo sarà il suo urlo contro il vento nel mezzo del campo di rugby. “Mi fanno fare sempre la parte del cattivo, ma mi diverto sempre tantissimo”, aggiunge sorridendo. La nuova scena subentrerà a quella celebre di appena tre anni fa, quando Castrogiovanni ha divertito i suoi tifosi girando con Sky il promo di avvicinamento al Sei Nazioni, che prendeva spunto dalla nuova edizione di Masterchef. “In quel caso il cucchiaio di legno aveva portato bene – ricorda -. Alla fine non siamo stati noi a vincerlo”. Quanto al Mondiale: “Ci aspettano 4 partite ad alti livelli, ogni squadra arriverà a questo appuntamento al top e noi dovremo dare il massimo perché tutte e quattro le partite saranno difficilissime”. 
 
Anche Sergio Parisse si lascia andare in un commento a caldo dopo qualche finto placcaggio davanti alle telecamere: “Davvero bello sentirsi attori per un giorno. Un'occasione valida e divertente per promuovere l'immagine del nostro rugby in Italia”. 
 
C'è anche chi ieri ha vinto alla grande la timidezza iniziale, come Alessandro Zanni: “All'inizio ero un po' nervoso, pensavo di dover ripetere la scena mille volte! Poi però ho capito che in fondo sono stato bravo, visto che il regista non ha infierito”.
 
Sarà Sky a trasmettere in diretta esclusiva la “Rugby World Cup 2015”, che quest'anno si disputerà in Inghilterra. L'élite mondiale della palla ovale, composta dalle 20 migliori nazionali al mondo, sarà di scena dal 18 settembre al 31 ottobre su Sky Sport. Copertura televisiva totale e in Alta Definizione con 48 incontri in esclusiva live, ai quali si aggiungeranno ampi pre e post-partita, oltre ad approfondimenti quotidiani. 
 
Nella prima fase a gironi, l'Italia se la vedrà con Francia, Irlanda, Canada e Romania. Primo incontro degli azzurri il 19 settembre a Twickenham contro la Nazionale francese.

I rugbysti si trasformano in attori