Archivio

rassegna

Bardigiano, una mostra rampante

di Erika Martorana

03 agosto 2015, 22:57

Bardigiano, una mostra rampante

La 41esima mostra nazionale del Cavallo Bardigiano ottiene un grande successo grazie a migliaia di appassionati, addetti ai lavori, residenti e turisti, che, nella spettacolare cornice naturale di Lago Monti, hanno fatto registrare il «tutto esaurito».
La rassegna, iniziata sabato mattina e terminata ieri sera tra gli applausi convinti del numerosissimo pubblico accorso, è stata organizzata dall’associazione regionale allevatori dell’Emilia Romagna - Libro genealogico Cavallo Bardigiano -, sotto l’egida del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, il patrocinio di alcuni sponsor e la collaborazione del Comune di Bardi, della Camera di commercio, della Coldiretti, della Provincia, e della Regione, con il supporto di molteplici esercenti locali.
La kermesse, che ha visto la partecipazione di 240 cavalli e di centinaia di allevatori, alcuni dei quali giovanissimi, ha incoronato, come da tradizione, i propri campioni assoluti (premiati dal sindaco Valentina Pontremoli): nella categoria «Femmine», a trionfare è stata Belen, fattrice di 4 anni, di proprietà di Gabriele Ongeri e della sua compagna, Giovanna Sidoli, residenti a Morfasso, nel Piacentino; mentre, nella categoria «Maschi», insuperabile è stato Dallas, stallone di 4 anni, di proprietà di Primo Repetti, di Coli.
Per entrambi i cavalli, che già avevano partecipato ad alcune edizioni del passato, si tratta della prima volta da campioni: «E’ un immenso onore vincere questo prestigioso premio - hanno affermato i due allevatori -; è il risultato di tanto lavoro, di tanto impegno e di tanta fatica». L’attenta giuria di esperti ha deciso di premiare proprio questi due cavalli in quanto, come hanno spiegato alcuni membri, «sono dotati di una testa migliore, di un mantello perfetto e di una bellissima espressione. Nel caso di Dallas, c'è anche una particolare qualità del movimento. Questi due soggetti, a oggi, rappresentano al meglio l’obiettivo della selezione della razza, sotto ogni punto di vista».
Molto soddisfatto per la riuscita dell’evento e per i numeri strabilianti di questa edizione, il presidente dell’associazione nazionale del Cavallo Bardigiano, Luca Marcora. «Siamo stati benedetti anzitutto dal tempo - ha commentato -, che quest’anno ci ha dato una grande mano, a differenza dello scorso in cui ci aveva causato diversi problemi. La pioggia caduta sabato non ha interferito con il nostro programma e oggi (ieri, ndr) abbiamo avuto un sole splendido. Più cavalli iscritti, ben 240, abbiamo dunque invertito la tendenza delle ultime edizioni in cui c’era stato un leggero calo, e soprattutto sempre più belli, ciò significa che la selezione va avanti e che i suoi effetti sono molto positivi».
«I campioni premiati sono stati davvero notevoli sia nel rispetto delle caratteristiche di razza sia nell’attenzione alle nuove attitudini di utilizzo - ha aggiunto Marcora -; c’è stata moltissima gente, un grandissimo afflusso di addetti ai lavori, e questo è un grandissimo segnale. A darmi sempre più soddisfazione sono la qualità ed il numero di spettacoli: una trentina quelli di oggi (ieri, ndr), che sono tantissimi e che indicano come l’utilizzo a sella del cavallo bardigiano abbia ormai una diffusione davvero ampia. Molto positiva inoltre la straordinaria presenza di soggetti giovani che testimoniano il futuro brillante della razza. Non posso che essere molto contento».

© RIPRODUZIONE RISERVATA