Archivio

Calciomercato

Juve e Milan, guerra per Calhanoglu

Per il bianconero il turco è l'alternativa a Draxler, ma Mihajlovic gli ha messo gli occhi addosso.

25 agosto 2015, 13:00

La prima giornata di campionato ha messo in allarme Juventus e Milan: le sconfitte, rispettivamente con Udinese e Fiorentina, hanno portato alla luce qualche piccolo problema di organico.

Alla ‘Vecchia Signora' manca qualcuno che giochi tra le linee di centrocampo e d'attacco: l'affare Draxler non si sblocca e allora i bianconeri stanno già lavorando per l'alternativa, Hakan Calhanoglu del Bayer Leverkusen, impegnato nel preliminare di Champions League contro la Lazio.

Il turco classe '94, numero 10 delle ‘Aspirine', non ha conquistato solamente Marotta e colleghi, ma anche gli uomini di mercato del Milan. Il ‘Diavolo' tentatore ha fatto breccia nel cuore del giocatore, tanto è vero che in conferenza stampa pre-Lazio l'ex Amburgo e Karlsruhe ha strizzato l'occhiolino al tecnico rossonero: “Da quando sono piccolo ho sempre studiato diversi tiratori di punizione, fra i quali c'era Sinisa Mihajlovic che secondo me è stato, da questo punto di vista, uno dei più grandi di sempre”.

Già, le punizioni. Questa spiccata abilità di Calhanoglu affascina parecchio la Juventus: dopo l'addio di Pirlo, come si è visto contro l'Udinese, i calci da fermo sono attualmente pane per Leonardo Bonucci, ma i risultati balistici sono da dimenticare.

Juve e Milan, guerra per Calhanoglu