Archivio

Altri sport

Nuotatrice morta per la Pellegrini

La macabra dedica per l'inaugurazione di una spiaggia a Jesolo.

25 agosto 2015, 13:40

Una dedica tra lo scioccante e il macabro per Federica Pellegrini: un corpo di una nuotatrice morta.

Non è un film dell'orrore, ma l'idea dei gestori della mostra ‘Real Bodies', un'esposizione di corpi umani morti e sottoposti al processo di plastinazione, una tecnica brevettata dall'anatomopatologo tedesco Gunther von Hagens, che permette ai corpi di conservarsi rigidi e inodori, mantenendo i colori originali.

E' stato infatti richiesto il trasporto della natante dell'aldilà da un'altra mostra in Brasile: l'obiettivo è farla arrivare a Jesolo entro venerdì sera, quando verrà inaugurato un nuovo tratto di spiaggia, che sarà intitolato proprio alla campionessa di Spinea. Lo riferisce Il Gazzettino.

Nuotatrice morta per la Pellegrini