Archivio

TORRILE

Nasce l'Osservatorio del lambrusco

28 agosto 2015, 20:27

Nasce l'Osservatorio del lambrusco

E’ nato da poche settimane, ed è già al lavoro in vista della Festa che si terrà a Torrile la seconda settimana di settembre, l’Osservatorio del Lambrusco.
Lo scopo del team di esperti di enologia che lo compone è quello di monitorare le diverse espressioni del Lambrusco nelle quattro aree di produzione, segnalando le proprie esperienze degustative inerenti alle nuove annate o alle evoluzioni di quelle passate in modo da creare un database con dati e informazioni sull’evoluzione di un vino che, negli ultimi anni, sta raccogliendo sempre più consensi tanto da guadagnare anche le tavole più blasonate.
«L’idea è nata dall’esperienza della Festa del Lambrusco di Torrile, che da ormai undici anni porta in tutto il territorio della Bassa i migliori prodotti delle cantine di Parma, Reggio, Modena e Mantova – ha spiegato il coordinatore Matteo Pessina - La passione è l’elemento comune che lega tutti gli esperti che partecipano al progetto ma, alla base di tutto, c’è la voglia di mettere a disposizione le nostre conoscenze in materia in un unico database che riunisca dati e caratteristiche dei vini provenienti dalle diverse zone e cantine».
Differenze di varietà di uve, con diverse espressioni di colore, profumo e gusto, ma anche i diversi stili di produzione: dalla rifermentazione in autoclave a quella in bottiglia, ogni lambrusco sarà seguito e catalogato nelle sue diverse fasi per raccogliere il maggior numero di dati possibile sull'evoluzione del prodotto.
I «degustatori» che seguiranno le quattro zone saranno Andrea Lasagna, Mario Castelli e Simona Peverada per la provincia di Mantova, Mario Viani, Marta Scaccaglia e Nicoletta Ghidini per la provincia di Parma, Vania Valentini, Mario Gherpelli e Alfredo Tondelli per la provincia di Reggio Emilia, Mirco Andreoli, Filippo Marchi e Claudio Morselli per la provincia di Modena.
Insieme a loro, nel ruolo di supervisori, ci saranno Andrea Grignaffini, Pier Luigi Gorgoni e Filippo Marchi.
L’Osservatorio del Lambrusco verrà presentato ufficialmente il 9 settembre alle 17,30 nella Reggia di Colorno: durante il convegno che darà il via al lungo weekend della festa del Lambrusco di Torrile, gli esperti dell’osservatorio presenteranno i primi dati comparativi raccolti.