Archivio

Fondazione Cariparma

Palazzo Bossi Bocchi, mostre e convegni

19 settembre 2015, 20:42

Dopo la pausa estiva riprende a Palazzo Bossi Bocchi l'attività culturale 2015 di Fondazione Cariparma, rivolta alla valorizzazione delle proprie Collezioni d'Arte.

Da domenica 20 settembre sino al 13 dicembre gli spazi espositivi saranno infatti aperti al pubblico nei pomeriggi di martedì e giovedì (orari 15.30-18) e durante la giornata di domenica (orari 10-12.30 ? 15.30-18).

Nell'occasione della riapertura, domenica 20 settembre, alle ore 15.30, è altresì prevista l'inaugurazione aperta al pubblico degli spazi definitivi dedicati a ospitare la Donazione Renato Bruson, il corpus di prestigiose opere dell'arte pittorica italiana a cavallo tra il XIX e il XX secolo che il celebre Maestro, assieme alle consorte Tita Tegano, ha generosamente donato alla Fondazione Cariparma.

A seguire il notevole successo riscontrato dalla recente mostra che ha fatto conoscere a livello nazionale l'importanza di tale raccolta, le 70 opere della Donazione Bruson saranno visitabili presso gli spazi delle Collezioni d'arte di Fondazione Cariparma: collocazione definitiva il cui allestimento è stato personalmente sovrinteso dal Maestro Renato Bruson, il quale, a significare ancora una volta lo stretto rapporto dell'Artista con la Comunità parmense, sarà presente per il taglio del nastro.

Il pomeriggio sarà anche l'occasione per visitare alcuni nuovi allestimenti degli spazi che ospitano le Collezioni d'Arte di Fondazione Cariparma, impreziosite anche da un nuovo impianto di illuminazione a led.

L'attività culturale autunnale di Fondazione Cariparma - realizzata in collaborazione con Artificio Società Cooperativa - prevede anche un'articolata programmazione di incontri e conferenze, sia per adulti sia per famiglie e bambini, con interventi specifici sulle diverse sezioni del percorso espositivo delle Collezioni d'Arte conservate a Palazzo Bossi Bocchi e approfondimenti di alcune prestigiose opere facenti parte delle più recenti donazioni ed acquisizioni.

 

In particolare verranno proposti i nuovi appuntamenti dell'apprezzato cartellone “I Martedì dell'Arte” (8 conferenze per approfondire i più ampi temi della storia dell'arte), il ciclo “Primo piano su…” (4 interventi scientifici domenicali volti ad esaminare e approfondire di volta in volta le singole opere o particolari nuclei delle Collezioni permanenti, privilegiando il rapporto diretto con il manufatto artistico) e il cartellone “A misura di bambino” (6 laboratori didattici domenicali per famiglie e bambini, volti ad avvicinare l'opera d'arte con un approccio ludico).

Vanno a completare l'offerta anche due interessanti appuntamenti (“Reincontrare Verdi”) a cura del noto studioso Corrado Mingardi e dedicati all'universo verdiano.

 

Tutti gli appuntamenti sono previsti a Palazzo Bossi Bocchi, sede di Fondazione Cariparma (Strada al ponte Caprazucca, 4 – Parma), con ingresso gratuito e senza obbligo di prenotazione. Si ricorda che la capienza della sala conferenze è di 60 persone; inoltre per motivi di sicurezza, non può essere consentita la contemporanea presenza nell'edificio di più di 100 persone; conseguentemente, in caso di afflusso superiore a tale capienza massima, l'accesso ai locali della Fondazione sarà contingentato.

Per informazioni tel 0521-532108/11 – e-mail: guide@fondazionecrp.it / museo@fondazionecrp.it. Sito internet: www.fondazionecrp.it

Questo l'elenco completo degli appuntamenti previsti a Palazzo Bossi Bocchi da settembre a dicembre 2015:

“I Martedì dell'Arte” (tutte le conferenze hanno inizio alle ore 17)

6 ottobre: “Natura morta: la lunga storia di una rappresentazione”, a cura di Serena Nespolo;

20 ottobre: “Il volto della realtà - Il ritratto nella pittura fiamminga”, a cura di Serena Nespolo;

27 ottobre: “Novecento 2 - Forma, colore, materia”, a cura di Isotta Langiu;

3 novembre: “Paesaggi d'acqua: la declinazione lirica della laguna veneta nelle opere della collezione Renato Bruson”, a cura di Deborah Ranalli;

10 novembre: “Il soggetto sacro nelle ceramiche e nelle maioliche dipinte. Usi, simboli e significati”, a cura di Serena Nespolo;

17 novembre: “Giovanni Lanfranco: ‘né difficoltà d'invenzione, né dubbio di pennello'”, a cura di Nicoletta Moretti;

24 novembre: “Ogni dipintore dipinge sé: Parmigianino attraverso i suoi autoritratti”, a cura di Rossella Cattani;

1 dicembre: “Il medagliere di Maria Luigia”, a cura di Francesca Campanini.

“Primo piano su…” (interventi scientifici della domenica pomeriggio, con inizio alle ore 16)

27 settembre: “Alberto Pasini e l'Oriente”, a cura di Deborah Ranalli;

4 ottobre: “La collezione di cartamoneta della Fondazione Cariparma”, a cura di Serena Nespolo;

25 ottobre: “Ceramiche da mille e una notte”, a cura di Paola Mazzieri;

15 novembre: “L'Arte e la donna negli anni della Belle Époque”, a cura di Isotta Langiu.

“A misura di bambino” (laboratori didattici domenicali per bambini e famiglie, con inizio alle ore 16)

11 ottobre: “Expo junior: l'arte e…la natura”, a cura di Francesca Campanini;

18 ottobre: “Quando i libri si scrivevano a mano”, a cura di Francesca Campanini;

8 novembre: “Se le opere d'arte potessero parlare”, a cura di Rosanna Spadafora;

29 novembre: “Il mio nome è…: alla scoperta dei miti antichi”, a cura di Luciana Saviane;

6 dicembre: “Se le opere d'arte potessero parlare”, a cura di Rosanna Spadafora;

13 dicembre: “Una valigia piena di…”, a cura di Deborah Ranalli.

“Reincontrare Verdi” (tutte le conferenze hanno inizio alle ore 17)

Giovedì 5 novembre: “Verdi che brutto carattere!”, a cura di Corrado Mingardi”;

Giovedì 12 novembre: “Se il Compianto dello scultore quattrocentesco Guido Mazzoni incontra le note del Requiem di Verdi”, video proiezione di Gianni Volpi introdotta da Corrado Mingardi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA