Archivio

TRAVERSETOLO

A Castione Baratti risuonano le campane

di Bianca Maria Sarti

17 ottobre 2015, 21:40

A Castione Baratti risuonano le campane

Una festa di san Donnino davvero speciale. Quest’anno Castione Baratti ha celebrato il patrono della frazione scoprendo, al termine della messa, la targa a ricordo del restauro dell’impianto di sostegno delle campane. I lavori di restauro, realizzati questa estate, sono stati finanziati dall’associazione «Amici di Castione», che ha messo a disposizione della parrocchia circa 5.000 euro.

Durante la funzione la chiesa era gremita. Don Andrea Avanzini ha ricordato la centralità che Castione vantava in passato, fin dai tempi della famiglia Baratti, imparentata con Matilde di Canossa. «Anche oggi Castione ha diversi motivi di orgoglio - ha ricordato don Avanzini -: permane il culto di san Donnino fin dall’800, con l’oratorio di Orio, e ci sono castionesi di successo come, il cavaliere Piero Felisa. Chiediamo lo stesso coraggio che ebbe San Donnino per riuscire a mantenere viva la fede cristiana a Castione».

Come da tradizione, la festa è continuata a pranzo, nella vicina sede degli «Amici di Castione», che hanno proposto ai tanti presenti un ricco menù a base di lessi.