Archivio

lemignano

Arrivano i vigili e i nomadi se ne vanno

Ma gli abitanti sono sempre sul piede di guerra: «Situazione insostenibile»

17 ottobre 2015, 20:43

Arrivano i vigili e i nomadi se ne vanno

Hanno sgomberato i nomadi a Lemignano dopo l'intervento degli agenti del corpo unico della polizia municipale dell’Unione Pedemontana parmense. Le roulotte si erano fermate lungo via Prampolini. E non è un caso in quanto l’area di sosta tra via Costa e via Di Vittorio è stata interdetta alla presenza di camper e roulotte con apposita segnaletica verticale apposta dal Comune per inibire la presenza stessa dei nomadi nella zona. I nomadi hanno così superato il problema: si sono posizionati in via Prampolini, di fronte all’area di sosta. Il sindaco Paolo Bianchi ha adottato l’ordinanza di rito che prevede lo sgombero, ma sono necessari i tempi tecnici prima che venga attuata. La questione dei nomadi a Lemignano sta diventando insostenibile, come affermano i residenti che sono sul piede di guerra e stanno preparando una raccolta firme da presentare all’Amministrazione per manifestare la loro contrarietà e per richiedere maggiore sicurezza. «La situazione – spiega uno degli abitanti – è ormai diventata invivibile, la presenza di nomadi è costante e con essi si ripresentano i soliti problemi legati al rispetto del decoro urbano, alla sicurezza ed all’abbandono dei rifiuti». Panni stesi, bacinelle, gente che si lava all’aperto sono le scene che si ripetono sul posto, a questo si aggiungono schiamazzi notturni, come è accaduto circa una settimana fa. Qualcuno chiede che nel quartiere venga installato un sistema di video sorveglianza collegato con la centrale della polizia municipale in modo da rendere gli interventi delle forze dell’ordine immediati, ogni qual volta si ripresenti l'arrivo dei nomandi nella frazione. Da quando se ne sono andate le roulotte dei gestori degli spettacoli viaggianti presenti alla sagra della Croce, alla fine di settembre, i nomadi hanno continuato ad arrivare costantemente. Si sono addirittura sistemati proprio davanti all’area di sosta tra via Di Vittorio e via Costa a Lemignano dove erano presenti le roulotte regolari dei giostrai, come per lanciare una sfida. La questione dei nomadi a Lemignano sta diventando un problema serio. A dirlo sono gli stessi residenti che in occasione di un incontro pubblico organizzato dalla consigliera di minoranza Patrizia Caselli, del gruppo «Liberi e uniti per Collecchio», hanno espresso tutta la loro delusione per il fatto che il Comune non riesce a porre freno al fenomeno. Da parte sua l’Amministrazione è intervenuta installando l’apposita segnaletica verticale che prevede il divieto sosta per camper e roulotte nel parcheggio tra via Di Vittorio e via Costa, sono state chiuse con dei lucchetti le bocchette dell’acqua presenti nello stesso parcheggio ed è stata richiesta un’intensificazione della presenza delle pattuglie delle forze dell’ordine. Tutto questo però non ha impedito l'arrivo dei nomadi. g.c.z.