Archivio

economia

La crisi di Pali Italia arriva in Regione

Rainieri chiede chiarimenti per il fallimento

17 ottobre 2015, 21:43

La crisi di Pali Italia arriva in Regione

«La Regione Emilia-Romagna faccia chiarezza sul futuro della Pali Italia e intervenga per scongiurare una rilevante crisi occupazionale con inevitabili risvolti sociali sul territorio di Parma». Lo chiede al presidente Bonaccini, Fabio Rainieri, segretario nazionale della Lega Nord Emilia e vicepresidente del Consiglio regionale dell’Emilia Romagna.

«Il 21 luglio – spiega Rainieri - il Tribunale di Parma ha dichiarato il fallimento della Pali Italia, azienda specializzata nei settori dell’illuminazione, delle telecomunicazioni e dell’alta tensione che opera a Parma e Anagni, consentendo comunque l’esercizio provvisorio. Il mese successivo il giudice delegato per il fallimento ha autorizzato i curatori ad avviare le procedure di scioglimento dei contratti di lavoro subordinato con la messa in mobilità dei lavoratori».

«Per contenere l’emergenza occupazionale creatasi fino all’eventuale nuova acquisizione dell’azienda – sottolinea Rainieri -, sarebbe stata fatta richiesta al ministero dello Sviluppo economico di rinnovare la Cassa integrazione guadagni straordinaria, ma a quanto si apprende, l’ammortizzatore sociale non sarebbe rinnovabile in quanto già esaurito il periodo massimo fissato dalla legge di 36 mesi».

«Considerato che vi sarebbero investitori interessati a rilevare l’azienda – conclude – alla giunta regionale ho chiesto se conferma le notizie riguardanti il rigetto della domanda di rinnovo della Cigs da parte del Mise e l’esistenza di una commessa importante che consentirebbe il rilevamento dell’azienda».