Archivio

MAFIA

Favino e Amendola, selfi col boss...Ed è polemica

18 ottobre 2015, 14:27

Favino e Amendola, selfi col boss...Ed è polemica

Nella combo pubblicata sul blog del senatore Pd ed ex assessore ai Trasporti del Comune di Roma Stefano Esposito le foto che Francesco Spada, dell'omonimo clan di Ostia, si e' fatto fare con i protagonisti di Suburra, Pierfrancesco Favino e Claudio Amendola, in occasione della presentazione del film.

Una beffa. Una sfida. Come i funerali show dei Casamonica che hanno messo sotto scacco non solo un quartiere ma un’intera Capitale, ora è toccato al quartiere litoraneo di Roma, Ostia. Francesco Spada, dell’omonimo clan di Ostia, presente due giorni fa alla presentazione del film Suburra, sì proprio il film su Mafia Capitale, e si fa ritrarre con gli attori principali, il "politico corrotto» Pierfrancesco Favino e il boss «Samurai" Claudio Amendola.
«Solo a Ostia può succedere questo», chiosa amaramente il senatore Pd Stefano Esposito che ha rivelato il fatto e che ha intentato una sua personale battaglia contro il malaffare capitolino. Anche nelle sue propaggini apparentemente innocue, come appunto le foto in questione, ma che testimoniano una realtà molto al limite.
Ora le foto che ritraggono Francesco Spada assieme a Claudio Amendola e Pierfrancesco Favino campeggiano sul blog del senatore già assessore dimissionario del Comune di Roma.
«Mi preme informare gli attori Amendola e Favino, persone serie e perbene, che tra le tante foto scattate ad Ostia, durante la presentazione del film Suburra, ne hanno una che li ritrae insieme a Francesco Spada, appartenente ad uno dei clan più potenti del litorale - scrive Esposito nel suo blog - La foto, peraltro, è stata scattata dalla sorella di 'Romolettò, cioè Carmine Spada, capoclan dell’omonima famiglia, attualmente in carcere per estorsione con l’aggravante del metodo mafioso». «Da quando ho messo piede a Ostia ho capito che nulla è come appare e solo lì può succedere che un appartenente ad un noto clan malavitoso vada a vedere un film su se stesso, Suburra, facendosi fotografare, felice e sorridente, insieme agli attori protagonisti - conclude Esposito - Mi dispiace per gli Amendola e Favino che, ovviamente, non potevano sapere chi fosse quel personaggio accanto a loro. Spada, invece, avrà capito che il film parla di loro e dei cugini Casamonica?». E in effetti entrambi gli attori hanno ammesso di aver appreso dai giornalisti di aver fatto una foto con un esponente del clan Spada. «In occasione delle presentazioni ci sono sempre tante persone intorno ed anche ad Ostia è stato così» ha commentato Pierfrancesco Favino -. Tante persone che non sai chi sono, oltretutto c'erano anche molte persone della sicurezza, ma nessuno ci ha avvisati...».
Per Claudio Amendola «sono cose che succedono alle presentazioni, soprattutto quando scatti 100 foto al giorno. Non so con chi ho fatto le foto in occasioni come queste»