Archivio

OMICIDIO

Uccide il ladro in casa, Maroni: "Regione paga spese difesa"

20 ottobre 2015, 17:31

"La Regione Lombardia si accollerà le spese di difesa del pensionato che, per legittima difesa, ha sparato al ladro romeno entrato in casa sua". Lo scrive su Twitter il Presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni.

Un giovane di 25 anni è morto, ferito mortalmente da colpi d’arma da fuoco, in un appartamento a Vaprio D’Adda (Milano). Lo ha comunicato il 118, che è intervenuto intorno all’1.30 della scorsa notte in una palazzina in via Cagnola. Al momento non si hanno notizie sulla dinamica. Sul posto per le indagini sono giunti i carabinieri del Comando provinciale di Milano.

La vittima, a quanto si è appreso dai carabinieri, è un romeno di 28 anni. La richiesta di soccorsi al 118 è arrivata nel cuore della notte dalla casa di un italiano, presso cui il giovane si trovava non si sa al momento per quale motivo. Il presunto sparatore attualmente si troverebbe in caserma, sentito dagli investigatori dell’Arma che indagano sull'omicidio.

"Secondo i Carabinieri, un immigrato di 28 anni entrato in un appartamento a Vaprio d’Adda (Milano) per rubare, è morto per la reazione del pensionato aggredito, che si è difeso sparando. Il pensionato sarebbe indagato per eccesso di legittima difesa. Pazzesco: giù le mani da chi si difende! Se si trattava di un ladro morto "sul lavoro", non mi dispiace più di tanto: se l'è andata a cercare". Così su FB il segretario federale della Lega Nord Matteo Salvini.