Archivio

galleria polidoro

Ecco come è stato fermato l'accoltellatore

di Chiara Pozzati

23 ottobre 2015, 13:55

Ecco come è stato fermato l'accoltellatore

(...) Il giorno dopo il finimondo (l’ennesimo) alle spalle di via Mazzini, iniziano a diradarsi i dubbi e la verità, almeno la parte sostanziale, sembra essere a fuoco. Tanto per cominciare i poliziotti della sezione Antirapine, allertati fin dalle primissime battute dell’aggressione hanno chiuso il cerchio.

A tempo di record, dopo una caccia all’uomo in via Garibaldi, hanno riacciuffato il giovane albanese sul bus della linea 2, «salpato» dalla stazione e diretto verso Colorno. Un intervento pulito e in tutta sicurezza: è bastata un’occhiata agli investigatori navigati per individuare l’aggressore. Lui, in compagnia di un amico, come nulla fosse, stava rientrando a casa dopo l’accoltellamento. Gli agenti in borghese hanno fatto accostare il bus, poi, senza scatenare il panico, si sono avvicinati ai due compagni e li hanno scortati in Questura. Un aiuto «extra» è arrivato da Andreas (il nome è di fantasia nel rispetto dei suoi desideri), che incontri al capezzale dell’amico moldavo e che racconta di come, attraverso il telefono, è riuscito a rintracciare l’iPhone del 22enne ancora nelle tasche dell’aggressore. ...... Altri particolari nell'articolo completo sulla Gazzetta di Parma