Archivio

ARTE

Niente Lego per Ai Weiwei, ma ci pensa la Rete

25 ottobre 2015, 19:25

Niente Lego per Ai Weiwei, ma ci pensa la Rete

Ai Weiwei ha ricevuto una valanga di offerte di mattoncini Lego da privati dopo che la multinazionale danese dei giocattoli gli ha rifiutato una grossa fornitura che l'artista dissidente cinese avrebbe usato per realizzare un'opera politica» in Australia.

Lo stesso Ai Weiwei aveva dato la notizia del rifiuto della Lego sulla sua pagina Instagram venerdì sera e ieri è tornato a scrivere per definire la decisione «un atto di censura e discriminazione».

Il rifiuto si è tradotto in una diffusa protesta sui social media, dove molti privati hanno offerto ad Ai Weiwei i loro mattoncini Lego per completare la sua prevista installazione alla National Gallery di Victoria: alcuni hanno usato anche l'hashtag #legosforweiweI.

L'artista, riporta il Guardian, ha postato anche una foto del brevetto del 1961 della Lego ed una foto del brevetto dei «Kiddicraft», uno dei predecessori della casa danese, spingendo qualcuno a pensare che potrebbe cominciare a produrre i suoi mattoncini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA