Archivio

danza

ParmaDanza anticipa i tempi: da febbraio dieci appuntamenti

25 ottobre 2015, 21:32

Cambia nella veste ma non nei contenuti «ParmaDanza 2016»: non sarà infatti più un festival concentrato in circa un mese di fitta programmazione, ma una stagione integrata e amalgamata con la lirica e concertistica del Teatro Regio di Parma.
Dieci gli appuntamenti dal 27 febbraio al 10 giugno 2016: un calendario in cui compaiono tanti nomi che sono ormai ospiti abituali della nostra città. La stagione si aprirà il 27 febbraio, per esempio, con Les Ballets Trockadero de Monte Carlo, la compagnia maschile che, indossando tutù e scarpette da punta, mette in scena divertenti parodie del repertorio classico. Torna anche il Balletto dell’Opera di Kiev che, dopo il successo ottenuto lo scorso anno con Il lago dei cigni, questa volta mette in scena La bella addormentata nella classicissima versione di Marius Petipa (18 e 19 marzo). Nuova per ParmaDanza, invece, la presenza dei Kataklò, celebre gruppo di athletic dancer, che metteranno in scena Puzzle (16 aprile), spettacolo realizzato attraverso l’accostamento di coreografie storiche e ideazioni dei singoli danzatori (in questo senso, un vero e proprio puzzle, fatto di tanti tasselli e tante individualità). Ormai consolidata la presenza di Aterballetto che, il 28 aprile, porta al Teatro Regio la nuova creazione «Lego – 14’20’’», esplorazioni coreografiche sui temi dello spazio e del tempo firmate da Giuseppe Spota e Johan Inger. Si torna al classico con la versione di Roland Petit di Coppelia, interpretata dal Corpo di Ballo del Teatro di San Carlo, il 7 e l’8 maggio.
Nuova produzione quella affidata a Svetlana Zakharova (14 maggio), tante volta applaudita dal pubblico di Parma: nello spettacolo, composto di tre pannelli coreografici, l’étoile avrà al suo fianco Mikhail Lobukhin e Denis Rodkin, entrambi primi ballerini del Teatro Bol’šoj. La stagione si chiude il 10 giugno con la Compagnia Junior Balletto di Toscana che mette in scena Romeo e Giulietta di Prokof’ev, nella versione creata appositamente per questi giovanissimi danzatori dal coreografo Davide Bombana.
Completa la stagione l’appuntamento pomeridiano «Tra parole e danza» che si terrà il 28 aprile in collaborazione con Fondazione Nazionale della Danza / Aterballetto, un modo per scoprire quanto la danza sia in ogni gesto che compiamo, e quanto ciascuno di noi sia coreografo di se stesso, attraverso immagini video e interventi dal vivo. ParmaDanza 2016 è realizzata in collaborazione con Pinko. L.B.