Archivio

chiesa

Solmi: "La richiesta di diritti delle coppie gay va ascoltata"

"Ma il matrimonio è un'altra cosa"

25 ottobre 2015, 12:43

Solmi:

La notizia sulla presunta malattia del Papa ha pesato «assolutamente nulla, come altre recenti eclatanti notizie. Il clima è stato sereno. Se l’intenzione era perturbarlo, quella maldestra operazione non ha funzionato». Lo afferma il vescovo di Parma, Enrico Solmi, in un’intervista al Corriere della Sera in cui sottolinea i «risultati concreti» del Sinodo, con la Chiesa che «si è messa in un atteggiamento di ascolto non giudicante verso la concretezza della vita quotidiana, dei suoi problemi».
Sul tema dei gay, «ho incontrato e incontro tante persone con tendenze omosessuali che desiderano vivere insieme. Occorre grande rispetto e la loro richiesta di diritti va ascoltata perchè riguarda la dignità della persona, magari modificando adeguatamente il codice civile. Ma non è un matrimonio. E' un’altra cosa», dichiara Solmi.
Nell’intervista il monsignore sottolinea la mancanza, in Italia, di «una politica familiare appena sufficiente ad aiutare le famiglie nel tirare avanti. Perchè non si presta attenzione al bisogno di fecondità di tanti giovani? Siamo in pieno regresso demografico, un fenomeno - avverte - che ci porterà assai poco lontano. I modelli di politiche familiari non mancano». (