Archivio

Basket

Sassari si sfoga contro Varese (86-70)

I sardi dimenticano il rovescio in Eurolega e salgono al secondo posto.

27 ottobre 2015, 00:20

Sassari si sfoga contro Varese (86-70)
La Dinamo Sassari rialza la testa dopo la dolorosa sconfitta inEurolega contro il CSKA Mosca ed espugna il PalaWhirpool di Masnago grazie alla facile vittoria sulla Openjobmetis Varese (70-86). Con un David Logan in formato MVP (23 i punti per lui alla sirenza finale), gli uomini di Meo Sacchetti colgono il loro terzo successo in campionato che lancia i Campioni d'Italia al secondo posto in classifica alle spalle della sorpresa Pistoia.
 
A rompere gli indugi è Marquez Haynes che, reduce dalla pessima prestazione contro il Cska, prova fin da subito a scrollarsi di dosso le critiche ricevute. Su entrambi i lati del campo si vola ad altezze siderali: prima Faye e poi Varnado inchiodano al tabellone schiacciate da highlights e la dunk-sagra prosegue fino a quando un esasperato Moretti ferma la partita per strigliare i suoi.
 
Sassari approfitta del preoccupante numero di palle perse dai padroni di casa per colpire in contropiede e toccare subito un vantaggio in doppia cifra (10-22) prima che Brendon Davies (10 punti nel primo quarto) si metta in proprio ricucendo il gap. Se Sassari schiaccia appena ne ha la possibilità, Varese punisce dall'arco dei tre punti e l'ennesima bomba di Ukic vale addirittura il 28 pari. La Dinamo non si lascia intimorire e riprende a macinare il proprio gioco nonostante, inevitabilmente, il ritmo cali con lo scorrere dei minuti: Logan e Sacchetti incendiano la retina del canestro lombardo ed il Banco chiude un primo tempo in stile All Star Game sul 37-48.
 
La ripresa si riapre all'insegna del basket d'attacco: Faye e Davies fanno il vuoto sotto le plance, ma un David Logan chirurgico ricaccia indietro i padroni di casa con la quarta bomba della sua partita. Tripla da una parte, tripla dall'altra e quando è il turno di Mychel Thompson di salire sulla giostra, il pubblico di Masnago esplode per il nuovo -7 (53-60).
 
A raffreddare i bollenti spiriti è ancora una volta il pistolero di Chicago che punisce la distratta difesa biancorossa stroncando l'ennesimo tentativo di rimonta. Il quarto quarto, più nervoso e meno spettacolare rispetto ai precedenti, vede i tricolori incrementare il proprio vantaggio al cospetto di un avversario in evidente debito d'ossigeno. 
 
In collaborazione con baskettissimo.com

Sassari si sfoga contro Varese (86-70)