Archivio

FACELIFT

Kia cee'd, aria nuova

27 ottobre 2015, 12:30

Kia cee'd, aria nuova

di Lorenzo Centenari

La sorpresa c'è, ma non si vede. O meglio: della nuova edizione della compatta coreana, che di coreano in realtà conserva giusto la matrice finanziaria (progettata in Germania, costruita in Slovacchia), colpiscono più le novità meccaniche che l'aggiornamento estetico, nient'altro che un «check up» imposto dalle moderne tendenze di design. La cee'd che da questo weekend popola le concessionarie italiane si distingue dalla versione 2012 solo se ci si mette d'impegno: cambiano leggermente la fisionomia del paraurti e la sezione inferiore del frontale, superficie dove compaiono nuove finiture cromate intorno ai fendinebbia. Qualche ritocco anche per gli indicatori di direzione, traslocati direttamente sugli specchietti retrovisori. Luci a Led al posteriore, nuovi catarifrangenti, nuovi cerchi. Nulla più.

GT LINE Debutta semmai un allestimento inedito (GT Line) che fa dell'aggressività la propria ragion d'essere: i fari diurni a Led a quattro bulbi hanno il loro perché. All'interno, si segnala invece l'adozione di più ricercati materiali antigraffio per rivestimenti e finiture (la GT Line, da 22.500 euro, ha in più «smart key» e pedaliera in alluminio). Ma il cuore del restyling, si diceva, è sottopelle e consiste prevalentemente nell'esordio di un «mille» 3 cilindri turbo benzina (1.0 TGDi) da 100 o 120 Cv, unità sorprendentemente brillante (11”1 nello 0-100) specialmente se abbinata alla carrozzeria 5 porte, più leggera di 26 kg rispetto alla variante SW (+ 900 euro). Lo «step» da 120 Cv «canta» fino a 6.000 giri e invita alla guida sportiva.

ANCHE DIESEL In ogni caso, Kia conserva in gamma anche il più equilibrato 1.6 da 134 Cv e il pari cilindrata a gasolio (1.6 CRDi) da 110 e 136 Cv. Proprio la configurazione più potente del 4 cilindri turbodiesel è il propulsore individuato per sperimentare anche su cee'd il nuovo cambio automatico a doppia frizione a 7 rapporti, di serie a partire dall'allestimento intermedio (Cool). Il DCT (Dual Clutch Transmission) appiattisce i passaggi di marcia e risulta ideale nella guida di ogni giorno: schiena protetta da «scossine» sussultorie, mano destra libera di armeggiare col display del navigatore.

L'IDENTIKIT

Dimensioni lunghezza 4310 (4505 SW) mm, larghezza 1780, altezza 1470 (1485 SW), passo 2650

Motori 1.6 GDi (134 Cv), 1.0 TGDi (100/120 Cv) benzina. 1.6 CRDi (110/136 Cv) turbodiesel

Trasmissione cambio manuale a 6 rapporti o automatico DCT a 7

Consumi 4,0 l/100 km (CRDi 110)

Emissioni CO2 104 g/km (CRDi 110)

Prezzi da 17.500 euro (GDi Active) a 26.900 euro (CRDi 136 GT Line SW)

CI PIACE

Stile pulito, 1.0 TGDi sportivo, cambio DCT moderno

NON CI PIACE

Assetto poco reattivo, optional costosi

© RIPRODUZIONE RISERVATA