Archivio

OSPEDALE

«I nuovi primari? Scelte innovative»

29 ottobre 2015, 12:20

«I nuovi primari? Scelte innovative»

Non solo sei nuovi primari. Ci sono altri cambiamenti in vista per l'Azienda ospedaliero-universitaria: dal primo dicembre arriverà, dall'università La Sapienza di Roma, la docente Rossana Cecchi, convenzionata in assistenza, per il settore scientifico di medicina legale. Per l'ospedale sono già stati banditi i concorsi per la pediatria generale e d'urgenza (ora retta in via provvisoria dal direttore del Dipartimento materno-infantile, Gian Luigi de' Angelis), così come per l'urologia (ora il facente funzioni di direttore è Umberto Vittorio Maestroni) e l'oncologia (facente funzioni Francesco Leonardi). Mentre a breve saranno indetti i concorsi universitari per la docenza di malattie infettive, neurochirurgia e, più avanti, reumatologia.

Lo hanno spiegato ieri il direttore generale dell'Azienda ospedaliero-universitaria Massimo Fabi e il rettore dell'Università Loris Borghi, presentando i sei direttori di reparto (i cui nomi e profili sono stati anticipati ieri dalla Gazzetta) nominati da Fabi, per chiamata diretta, d'intesa con Borghi: Enrico Vaienti alla clinica Ortopedica, Antonio Freyrie alla chirurgia vascolare, Antonio Percesepe alla genetica medica, Alfredo Antonio Chetta alla clinica pneumologica, Claudio Feliciani alla dermatologia e Riccardo Volpi alla clinica e terapia medica.

Vaienti, in arrivo dall'ospedale di Vaio, subentra a Francesco Ceccarelli che gestirà un programma per l’integrazione tra ospedale e territorio sulla patologia dell’apparato locomotore. Il ruolo di Vaienti sarà ricoperto a Vaio da Aldo Guardoli, direttore del Dipartimento chirurgico del presidio ospedaliero Ausl e dell'ortopedia dell'Ospedale di Borgotaro. Freyrie subentra a Salcuni che assumerà l’incarico di programma sempre in chirurgia vascolare; Percesepe, Chetta e Feliciani subentrano a seguito del pensionamento, rispettivamente, di Tauro Maria Neri, Emilio Marangio e Giuseppe Fabrizi. Operativo da ottobre alla clinica e terapia medica è Riccardo Volpi, diretta in qualità di facente funzione da Gian Paolo Ceda a seguito del pensionamento di Paolo Sansoni. Nelle intenzioni dei vertici dell'ospedale, è stato spiegato ieri, la struttura dovrebbe gradualmente assorbire la clinica e immunologia medica. m. t. .................Articolo completo sulla Gazzetta di Parma