Archivio

tribunale

Minacciò di morte fratello e cognata: 3 anni e 8 mesi

29 ottobre 2015, 15:54

Tre anni e otto mesi di reclusione, da scontare agli arresti domiciliari, è la pena inflitta a un 55enne residente in provincia di Parma per una storia di minacce e tentata estorsione, consumatasi all'interno di uno stesso nucleo familiare. Protagonista un uomo con problemi di alcolismo, che in preda ai fumi dell'alcol nel luglio 2013, dopo aver fatto irruzione in casa della madre, ha minacciato con un coltello sia il fratello che la di lui moglie incinta, tentando poi di investirli con la propria avuto.

Nelle settimane successive li ha anche ripetutamente minacciati di morte affinché pagassero le spese di custodia della propria auto, che nel frattempo gli era stata sequestrata.