Archivio

Basket

Per Caja un biennale e rinforzi

Il coach torna in panchina dopo 13 anni con Roma domenica 1° novembre contro Casalpusterlengo, riparte da 4 sconfitte. Risolto il contratto con Saibene.

29 ottobre 2015, 12:20

Per Caja un biennale e rinforzi
Alla fine Caja è tornato a Roma dopo 13 anni e un percorso tortuoso segnato un'altra volta dal destino.
 
L'accordo per allenare la Virtus Roma (A-2) con la quale ha ottenuto ottimi risultati nelle due precedenti esperienze in Serie A apre nuovi segnali per un vero rilancio del basket romano e potrebbe essere la figura-cerniera per realizzare quella fusione fra il club di Claudio Toti e l'Eurobasket che non è andata in porto questa estate, forse perchè i tempi non erano ancora maturi ed è mancato un intervento dall'alto, un problema legato alla difettosa gestione del basket professionistico che in questo momento ha scelto l'ibrido affidandosi a presidenti di Lega a mezzo servizio con due-tre piedi in una scarpa, quando occorrerebbe un vero commissioner in grado di valutare certi fatti in una logica di interesse comune e generale.
 
Caja verrà presentato in giornata. Ha firmato un biennale di due anni, la squadra sarà rinforzata ma per regolamento bisognerà aspettare gennaio, quindi scatta una verifica a largo raggio sia sugli stranieri che gli italiani per capire il ruolo sul quale intervenire. In fondo, tutti sono sulla graticola.
 
Il programma è la salvezza, e dopo 4 sconfitte il nuovo corso parte domenica 1 novembre alle 18.30 con un avversario che è un osso duro, l'Assigeco Casalpusterlengo. Intanto è stato risolto il contratto con il tecnico Guido Saibene e fortunatamente dopo averlo messo alla berlina per un gesto male interpretato, la società con un comunicato lo ha ringraziato del lavoro svolto augurandogli le migliori fortune, umane e professionali.

Per Caja un biennale e rinforzi

© RIPRODUZIONE RISERVATA