Archivio

scuola

Elezioni studentesche: all'Ulivi confronto all'americana

I candidati delle 12 liste

31 ottobre 2015, 21:31

Elezioni studentesche: all'Ulivi confronto all'americana

Una mattina impegnativa per i candidati delle dodici liste in lizza per le elezioni scolastiche: giovedì 8 ottobre, nel corso della prima assemblea di istituto al cinema Astra, i capilista hanno dovuto sfruttare tutta la loro abilità oratoria per conquistare il voto dei compagni, i quali, distribuiti in tre turni, hanno così potuto giudicare le capacità argomentative e persuasive dei candidati. «Quest'anno - spiega il dirigente scolastico Giovanni Brunazzi - abbiamo scelto la modalità inedita del "confronto all'americana": i due candidati alla Consulta provinciale e i dieci capilista per la rappresentanza al consiglio di istituto hanno contemporaneamente esposto i loro programmi elettorali e risposto alle domande del moderatore che li ha sollecitati a confrontarsi sulle esigenze concrete della scuola e sulle possibili soluzioni. È stato necessario un certo sforzo organizzativo per dare questa opportunità a tutti i nostri studenti ma abbiamo pensato che fosse un'occasione importante di educazione civica. La sollecitazione ad interessarsi della "cosa pubblica" nasce anche da questi momenti della vita scolastica, che rappresentano il primo contatto con i meccanismi della vita democratica. Nel liceo dedicato a Giacomo Ulivi non potevamo mancare questa opportunità».

Non sarà scontato ricordare che, mentre la Consulta svolge principalmente una funzione di raccordo tra gli istituti superiori e promuove progetti di interesse generale che coinvolgono il mondo dell’associazionismo e gli enti locali, i rappresentanti degli studenti al Consiglio di istituto hanno un ruolo fondamentale non solo perché partecipano attivamente alle riunioni del principale organo direttivo della scuola ma soprattutto in quanto portavoce delle esigenze e delle idee di tutti gli studenti che devono poi essere tradotte in attività e iniziative concrete all’interno dell’istituto stesso. La presentazione di giovedì al cinema Astra, se per alcuni ha eliminato l’aspetto goliardico - e forse corrivo più del bisogno - che negli anni passati aveva occasionalmente caratterizzato la propaganda elettorale di alcuni candidati, per la maggioranza degli studenti ha segnato un deciso miglioramento poiché, come appunto osserva il candidato al consiglio d’istituto Damiano Bertè (5ªC), c’era ormai bisogno di un nuovo modo di presentare le liste meno dispersivo e più adatto a valorizzare non tanto i singoli candidati ma le proposte e le idee. Analogo apprezzamento per la novità è stato espresso da un altro candidato, Samuele Meli (4ªA), che pure ha evidenziato alcuni limiti, primo fra tutti il tempo assai ridotto per illustrare con efficacia tutto il programma, dovuti necessariamente alla mancanza di rodaggio per un’esperienza comunque da ripetere. Le liste di tutti i candidati, i programmi elettorali e una galleria fotografica dell’evento sono reperibili sul sito della scuola (www.liceoulivi.it).