Archivio

fidenza

Da Pannofino alla Galiena: la stagione del Magnani

Gruzza: "Tema conduttore, la libertà"

di Gianluigi Negri

01 novembre 2015, 17:50

Da Pannofino alla Galiena: la stagione del Magnani

Da Vanessa Gravina a Maria Amelia Monti, da Sebastiano Lo Monaco a Anna Galiena, da Francesco Pannofino a Roberto Ciufoli. Anche quest’anno sette spettacoli, e grandi nomi, costituiscono l’offerta della stagione di prosa 2015-16 del Teatro Magnani. L’apertura è affidata, l’11 dicembre, a Vanessa Gravina, interprete di «Lisistrata», commedia di Aristofane sempre di grande attualità. A chiudere la stagione sarà, invece, il gruppo degli Oblivion (che l’anno scorso la aprirono) con lo spettacolo «The human juke box», in programma il 7 aprile, che promette intrattenimento e allegria anche per i più giovani. «Il tema della stagione – ha affermato l’assessore alla Cultura Alessia Gruzza in conferenza stampa – è la libertà: il teatro unisce tutti i colori delle emozioni che si liberano dal nostro palco e ci rendono liberi. Abbiamo voluto portare nomi importanti in un teatro che ha la forza di una grande città. Ci auguriamo che questa offerta sia indirizzata anche a un pubblico giovane e curioso».

Dopo il debutto dell’11 dicembre, la stagione proseguirà il 20 gennaio con «Nudi e crudi» di Alan Bennet, con Maria Amelia Monti, Paolo Calabresi e Nicola Sorrenti, ritratto impietoso della vita di una coppia di mezza età. Il 31 gennaio sarà la volta di «Il mio nome è Nessuno, l’Ulisse», nella versione di Valerio Massimo Manfredi, con Sebastiano Lo Monaco (per lui un ritorno a Fidenza). Il 28 febbraio la commedia «Diamoci del tu» del drammaturgo canadese Norm Foster, con Anna Galiena e Enzo Decaro. Altro appuntamento per ridere in maniera intelligente il 10 marzo: «I suoceri albanesi, due borghesi piccoli piccoli» sarà interpretato da Francesco Pannofino ed Emanuela Rossi, coppia progressista che deve fare i conti con l’arrivo, in casa, di due giovani operai albanesi. Il 16 marzo Roberto Ciufoli, Gaia de Laurentiis, Francesca Nunzi e Diego Ruiz saranno protagonisti della commedia «Ti amo o qualcosa del genere».

Ancora per quest’anno, gli abbonati alle passate stagioni potranno usufruire del diritto di prelazione. «Dal prossimo anno si cambia – ha detto la Gruzza – anche per favorire un turn over e un “ricambio” tra spettatori».