Archivio

Parmigiano Reggiano

Da Reggio e Parma 12mila forme verso l'America del Nord

02 novembre 2015, 21:52

Da Reggio e Parma 12mila forme verso l'America del Nord

Nuove frontiere commerciali e di filiera per il Parmigiano Reggiano. Il caseificio «Il Boiardo» di Pratissolo di Scandiano (Reggio Emilia) e l’azienda di trasformazione lattiero-casearia «Mulino Alimentare», che opera nel settore della porzionatura e grattugia di Parmigiano Reggiano, hanno sottoscritto un contratto che permetterà la commercializzazione di 12mila forme di Parmigiano Reggiano annue in Canada e negli Stati Uniti. Un quantitativo che si incrementerà fino a 36mila forme annue a partire dal terzo anno.
L’accordo è unico nel suo genere per quanto riguarda attenzione alla qualità e certificazione del prodotto. Il partner esclusivo commerciale di Mulino Alimentare è l’azienda Loblaw Companies Ltd, la più grande catena retail canadese (188mila dipendenti, 65 miliardi di dollari di fatturato ed oltre 3.500 punti vendita). «Con questa operazione commerciale - precisano le due aziende, che hanno diffuso un comunicato congiunto - si accorcia la filiera e si riducono i passaggi commerciali».
Al momento della firma era presente anche il presidente del Consorzio del Parmigiano Reggiano, Giuseppe Alai. «Questa operazione - ha detto - rappresenta un esempio di collaborazione di filiera particolarmente importante per principi, dimensioni e obiettivi. Gli esiti di questo accordo riguardano Paesi sui quali si concentra l’attenzione del sistema Parmigiano Reggiano, sia per le potenzialità di crescita che presentano, sia in funzione del lavoro necessario per stroncare il fenomeno di imitazioni e usurpazioni».