Archivio

Basket

Caserta passa a Bologna all'overtime (90-85)

Emozioni a raffica all'Unipol Arena.

03 novembre 2015, 01:00

Caserta passa a Bologna all'overtime (90-85)
E' la partita degli infortunati, con assenze pesanti come Siva, Jones e Ray, ma è anche quella delle possibilità e dei volti nuovi come quello di Giuri, che in cabina di regia dà una grande mano ai suoi.
 
La sua gestione e propositività offensiva è semplicemente la chiave del primo parziale della Juve che, dopo un inizio in equilibrio, riesce a mettere la freccia. La Virtus attacca con grande confusione e non trova mai ritmo nel momento in cui non riesce a servire Pittman (comunque al 30% della forma), così Caserta si chiude in area sfidando apertamente gli aversari al tiro da fuori, dove solo Fontecchio riesce a produrre qualcosa.
 
Quando si attiva in attacco Daniele Cinciarini è il momento del break per Caserta che vola a +13 con due suoi canestri e la grande veemenza di Hunt vicino a canestro.
E' sempre Fontecchio a caricarsi di responsabilità per la Virtus e con due canestri riporta i suoi al -8 sul 30-38. A rimbalzo la Virtus è piuttosto remissiva, così Hunt e Amoroso banchettano regalando anche tre possessi di fila agli ospiti che non capitalizzano.
 
Dell'Agnello chiama timeout quando Mazzola fa -6 a meno di un minuto dalla fine, ma alla pausa lunga Caserta è comunque avanti 38-32. Al rientro dagli spogliatoi è un'altra Virtus che attacca maggiormente e trova nella coppia Gaddy-Mazzola gli artefici della rimonta. Sono quattro punti dell'italiano e altrettanti dell'americano a ristabilire la parità a quota 50.
 
Cinciarini risponde subito e poco dopo Gaddefors infila due triple per provare di nuovo l'allungo, ma all'ultima pausa tutto è ancora in gioco sul 57-60.
L'inizio di quarto periodo è terreno dei campani che con Cinciarini e il solito, attivissimo, Hunt si riportano a +7 sul 67-60, obbligano i bianconeri di casa a soli tre punti in cinque minuti.
 
La Virtus non ci sta e ancora una volta recupera, grazie a un sontuoso Odom che con una tripla e un canestro porta addirittura avanti i suoi sul 71-69 con 1'30” da giocare. Il finale è palpitante: Amoroso pareggia con un 2-2, prontamente risposto da Gaddy e si entra negli ultimi 45" sul +2 Bologna. Nel possesso chiave del match Amoroso forza malamente un tiro da tre punti che non vede nemmeno il ferro, dando la possibilità a Gaddy con un 2-2 di mettere due possessi di distanza. Ancora Amoroso si fa perdonare e segna una rapida tripla per il -1, Gaddy fa 1/2 e incredibilmente la Virtus si addormenta concedendo un canestro e fallo a Hunt. Il lungo sbaglia il libero della vittoria e si va all'overtime.
 
Il supplementare viaggia su un sottile equilibrio, azzerando sostanzialmente l'onda lunga dei regolamentari, con le squadre a scambiarsi sorpassi. A 34" dalla fine, sull'84 pari, Cinciarini inventa una tripla da otto metri (0-6 sino a lì) per il +3 ospite. Dopo una girandola di liberi, Fontecchio prima e Gaddy poi hanno la palla del pareggio, ma in entrambi i casi non arriva il canestro e Caserta può festeggiare una vittoria meritata per 90-85.
 
In collaborazione con baskettissimo.com
 

Caserta passa a Bologna all'overtime (90-85)