Archivio

Egitto

"Può essere stata una bomba", Londra stop ai voli per Sharm

04 novembre 2015, 20:38

La Gran Bretagna ha deciso di sospendere tutti i suoi voli sul Sinai. Lo annuncia Downing Street, sulla base del timore che sia stato «un ordigno esplosivo» a provocare il disastro dell’Airbus russo dell’altro giorno, come si legge in una nota ufficiale di Downing Street ripresa dalla Bbc. Lo stop riguarda tutti i voli britannici in arrivo e in partenza da Sharm el Sheik, popolare località turistica egiziana sul Mar Rosso. L’aereo russo - si legge nella nota diffusa dall’ufficio del primo ministro da Londra - «può ben essere stato abbattuto da un ordigno esplosivo». Di qui la decisione di fermare i sorvoli sul Sinai, per consentire un’analisi approfondita della situazione da parte dell’intelligence. Il premier David Cameron ha intanto convocato una riunione del comitato di emergenza Cobra.

Solo stasera, per ora

Lo stop al sorvolo degli aerei passeggeri britannici sul Sinai riguarda i voli in partenza e in arrivo a Sharm el-Sheik in queste ore, i cui decolli e atterraggi sono stati tutti rinviati, ha precisato un portavoce di Downing Street. Secondo il portavoce, prima di dare un nuovo via libera è stato ordinato a un team di esperti britannici di valutare la sicurezza dello scalo di Sharm alla luce dei sospetti - a cui Londra mostra ora di dare un certo credito - di un possibile attentato terroristico contro l’aereo russo. La precisazione del portavoce mira peraltro a non alimentare l’allarme generato dal primo annuncio di Downing Street e a sottolineare che per ora si tratta di un’iniziativa «precauzionale» del governo britannico, seguita a un colloquio avuto oggi sulla questione dal premier David Cameron con il presidente egiziano, Abdel Fattah al Sisi.
Riguardo al disastro dell’Airbus, il portavoce puntualizza che «l'indagine è in corso» e che non si può ancora «dire con certezza perchè l’aereo russo si sia schiantato» al suolo, ma ribadisce che in base alle ultime informazioni il governo britannico teme in effetti che quel velivolo «possa davvero essere stato abbattuto da un ordigno esplosivo».
«Alla luce di questo, e come misura precauzionale, abbiamo deciso di rinviare i voli di stasera fra Sharm e la Gran Bretagna», insiste il portavoce, sottolineando che questo consentirà al team di esperti britannici incaricati di valutare la situazione di raggiungere lo località sul Mar Rosso. Il loro esame sulle condizioni di sicurezza di quello scalo sarà "completato entro stanotte», conclude il portavoce.